Menu di scelta rapida
Home Page / HANDBIKE / Archivio / 2016 / GIHB

GIHB

7^ Ultima Tappa Baia Domizia

Giro d’Italia Handbike: Diego Colombari vince la maglia rosa nella categoria MH5

Nell’ultima tappa del Giro d’Italia Handbike, che si è disputata a Baia Domizia, l’atleta della P.a.s.s.o. ha vinto corsa e maglia nella sua categoria MH5: per lui è la terza maglia rosa in carriera

Grande festa per Diego Colombari nell’ultima tappa del Giro d’Italia Handbike, che si è disputata domenica a Baia Domizia, in Provincia di Caserta.
L’atleta della P.a.s.s.o. ha vinto la gara nella categoria MH5, nonostante i tanti problemi tecnici che l’hanno penalizzato. Colombari era infatti nelle posizioni di testa della gara generale insieme a Tomasoni, che ha poi vinto la tappa, e Cratassa, ma ha bucato, perdendo molto tempo nel cambiare la ruota.
Una volta ripartito ha accusato un nuovo problema al tubolare, che se l’ha fatto arrivare al traguardo soltanto in decima posizione della classifica generale, non gli ha comunque vietato di vincere nella sua categoria.
 Diego Colombari ha così ottenuto i punti necessari per aggiudicarsi anche il primo posto finale nella classifica della MH5, vincendo in questa maniera la sua terza maglia rosa dopo quelle conquistate nel 2013 e 2015.

Vincitore della classifica generale è stato Omar Rizzato (MH2), mentre le altre maglie rosa di categoria sono andate ad Andrea Conti nella MH1, sempre Omar Rizzato nella MH2, Claudio Confonti in MH3, Christian Giagnoni in MH4, Roberta Amadeo in WH2, l’albese Francesca Fenocchio per la WH3 e Romina Modena in WH4.

Grande la soddisfazione per Colombari al termine della gara: “Non è stata una giornata facile – ha esordito la maglia rosa 2016 della categoria MH5 – perché è caduta pioggia battente già dal via e le condizioni non erano semplici. Bisognava avere quel pizzico di follia per andare più forte nei punti in cui si poteva e avere la razionalità di rallentare nei due punti più pericolosi. Purtroppo però sono stato molto sfortunato perché ho bucato una ruota e, una volta riparata, ho accusato un nuovo problema per lo scoppio del tubolare. A questo punto ho pensato soltanto alla classifica della maglia rosa, facendo gli ultimi due chilometri quasi a passeggio, ma quando mi hanno avvertito che ero ancora primo nella mia categoria, ho fatto la volata e ho anche vinto”.

Tante le dediche per la vittoria della classifica MH5 per la terza volta in carriera: “Dedico la vittoria alla mia famiglia, che mi ha permesso di partecipare al Giro e al mio Fan Club che è stato sempre presente. Con loro ringrazio anche i miei preparatori del Quality Training, il centro BDQ che si è preso cura dei miei muscoli, i miei sponsor Balfor, Birra Baladin, Botta&B, Sportvillage, Podio, Abekom, Naturaid,Inalpi e Fuji Auto. Inoltre il grazie va ovviamente alla Polisportiva P.a.s.s.o., che mi ha dato la possibilità di partecipare alle gare”.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio

6^ Tappa Rivarolo Canavese

Giro d’Italia: A Rivarolo Canavese altra vittoria per Colombari nella MH5, mentre Sperone e Rivoira sono secondi in MH2 e WH3

La P.a.s.s.o. è stata grande protagonista anche nella sesta tappa, che si è disputata a Rivarolo Canavese ad un orario inedito, le 18. Orario inusuale per la sesta tappa del Giro d’Italia Handbike, che si è disputata sabato scorso a Rivarolo Canavese.

La gara ha infatti avuto inizio alle ore 18, quindi in orario serale, a seguito della conclusione dell’evento “Spingi lo Sport”, che si è disputato sempre per le strade di Rivarolo alle 17.

Una giornata bellissima, che si è conclusa con la “Notte Rosa” per le vie della città alle porte di Torino, con negozi aperti fino a tardi, un mercatino e tante persone che hanno partecipato. Anche in questa occasione sono state molte le soddisfazioni per la P.a.s.s.o., che ha ottenuto tre podi nelle diverse categorie. Ancora una volta Diego Colombari ha tagliato in testa il traguardo nella categoria MH5, davanti al solito Francesco Bove.

L’atleta della P.a.s.s.o. è soddisfatto: “Sono molto contento della mia prestazione, che mi consolida sempre di più in maglia rosa”. Ottimo risultato per Ivan Sperone che nella MH2 è giunto al traguardo in seconda posizione, alle spalle di Omar Rizzato, che è ritornato al successo a una settimana dalla battuta d’arresto subita proprio per mano dell’atleta della P.a.s.s.o. a Fossano.

Bravissima Valentina Rivoira, arrivata seconda nella WH3, alle spalle della solita Francesca Fenocchio, protagonista di una grande stagione.

In MH3 Francesco Fieramosca ha concluso la gara in settima posizione, rifacendosi della delusione di sette giorni prima, quando era stato costretto al ritiro per un problema meccanico.
Nella stessa categoria sono arrivati anche il 13° posto di Diego Ferrero e il 20° di Sergio Coccato. Infine in MH4 altra buona prestazione di Maurizio Tallone, che si è piazzato sesto all’arrivo, con Roberto Casetta arrivato ventesimo.

Nella classifica generale vittoria per Alessandro D’Onofrio, mentre il primo atleta della P.a.s.s.o. al traguardo è stato Diego Colombari, che ha chiuso quarto.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio

5^ Tappa Fossano

Diego Colombari
Valentina Rivoira

Giro d’Italia: grande successo per la P.a.s.s.o. a Fossano, con Colombari vincitore generale della tappa, Sperone primo nel MH2 e Rivoira seconda in WH3

Nella corsa di casa, organizzata dalla P.a.s.s.o., i principali atleti della società cuneese si sono messi in mostra con ottime prestazioni.

Organizzazione perfetta, percorso bello e molto complicato e tanto pubblico ai bordi della strada per applaudire gli atleti. La 12ª edizione del Trofeo Carrozzeria Canavesio – Memorial Serena, valida come quinta tappa del Giro d’Italia Handbike, è stata un grande successo per la P.a.s.s.o., che oltre ad aver organizzato bene l’evento, ha visto i suoi atleti distinguersi con ottimi risultati.

Una tappa durissima, in particolare per la salita finale che ha messo in difficoltà numerosi atleti. Diego Colombari ha vinto nettamente la tappa, arrivando al traguardo con un ampio margine di vantaggio dopo aver lottato per molti giri con Fabrizio Bove, che ne finale ha pagato caro l’aver cercato di tenere i ritmi dell’atleta della P.a.s.s.o., maglia rosa nella categoria MH5, tanto da aver perso anche il secondo posto nella generale a vantaggio del campione del mondo, Vittorio Podestà.

Colombari ha vinto ovviamente anche la classifica di categoria MH5, onorando così quella maglia rosa che ha portato davanti a tifosi, amici e famiglia. Tanta la gioia del campione italiano di categoria: “Sono molto contento perché sentivo di dover vincere in casa per tutti i coloro che sono venuti a incitarmi. Non era facile farlo perché era presente Podestà, campione del mondo MH3.In questa gara la testa contava più delle braccia e bisognava dosare al meglio le forze per ottenere il risultato migliore. Così è stato anche se ho concluso la gara con i crampi alle braccia. Non ho mai perso la testa quando ero secondo e quando ho raggiunto il mio avversario mi sono detto che o lo passavo in quel momento o non l’avrei fatto mai, così sono scattato. Ringrazio gli sponsor Centro Terapico BDQ, Quality Training, Fuji Auto, Botta&B, palestra Sportvillage, Spaccalegna Balfor, latterie INALPI, birrificio Baladin, Prodotti Abekom Sport e ovviamente anche la P.a.s.s.o. e il mio Colombari Diego Fans Club, che è sempre presente”.

Prima vittoria stagionale, nella categoria MH2, per Ivan Sperone che si è galvanizzato sulle strade di casa ed è riuscito a staccare tutti i suoi avversari di un giro, compresa la maglia rosa Omar Rizzato.
Tanta la soddisfazione per Sperone al termine della gara: “Sono contento di aver vinto la gara di casa, una delle più dure che abbia mai fatto, ma da sempre preferisco le salite e quindi mi sono trovato bene”.

Secondo posto per Valentina Rivoira nella categoria WH3, arrivata dietro soltanto a Francesca Fenocchio. Per la giovane atleta della P.a.s.s.o. un podio da condividere con chi è venuto a sostenerla: “Sono molto soddisfatta della mia prestazione e da sempre la gara di casa mi emoziona tantissimo per tutto il tifo di amici e parenti. Ho migliorato la prestazione dello scorso anno, su un percorso più duro. Ringrazio la P.a.s.s.o, il mio sponsor tecnico Invarcare Italia, la mia famiglia, tutti coloro che mi hanno incitata e rinfrescata su questo percorso durissimo, ma bellissimo allo stesso tempo”.

Per quanto riguarda le altre categorie, nella MH3 è stato sfortunatissimo Francesco Fieramosca, costretto ad abbandonare la gara nel corso del primo giro a causa di un problema al cambio.

In MH4 si è piazzato in ottava posizione Maurizio Tallone, mentre Roberto Casetta ha chiuso in ventesima piazza.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio

Altre foto della Gara

A Fossano attesa “febbrile” per la 5^ Tappa del Giro Handbike

È stata presentata presso l’Hotel Giardino dei Tigli di Cussanio la Tappa fossanese del GIHB – 12° Trofeo Carrozzeria Canavesio “Memorial Serena”

Sale la febbre a Fossano in attesa della 5^ Tappa del Giro d’Italiana Handbike presentato oggi con una conferenza stampa presso l’Hotel Giardino dei Tigli in frazione Cussanio.

Le famose biciclette spinte dalla forza delle braccia dagli atleti con limitazione fisica stanno ormai spopolando tra i fossanesi e cuneesi che orami da anni, grazie alla P.a.s.s.o., hanno imparato a conoscerle ed apprezzare. Ecco spiegato il successo della gara ciclistica Paralimpica in questione, valida per il 12° Trofeo Carrozzeria Franco Canavesio “Memorial Serena” che si terrà sabato 9 luglio a Fossano.

Il grande interesse per l’Handbike è dimostrato dal fatto che oggi, la sala conferenze dell’Hotel Giardino dei Tigli era stracolma di giornalisti, atleti, addetti ai lavori, volontari e sostenitori che hanno assistito con molto interesse la presentazione della gara da parte del C.O. P.a.s.s.o Cuneo e delle autorità.

Presenti in prima fila le “frecce gialle” della Polisportiva cuneese: Valentina Rivoira (atleta fossanese) Silvana Taravelli, Massimo Giacoma, Ivan Sperone, Roberto Casetta e il presidente Marco Boffa, che hanno ascoltato le parole di lode della presidentessa del Comitato Paralimpico Piemontese che ha elogiato il ventennale impegno della P.a.s.s.o. negli sport Paralimpici.

Un caloroso applauso ed un sentito pensiero è stato rivolto all’assente Sergio Anfossi, carismatico atleta e organizzatore della gara fossanese, che dall’estero, ha contribuito anche quest’anno alla realizzazione dell’evento. Per il Comune di Fossano, l’Assessore alle Politiche dello sport e manifestazioni fieristiche Michele Mignacca ha espresso il costante sostegno dell’amministrazione comunale malgrado le sempre più crescenti difficoltà.

Il sostenitore storico Franco Canavesio unitamente a Beppe Tavella, invece hanno lanciato il messaggio della necessità di reinventarsi con nuove proposte e realizzare eventi Paralimpici più grandi. Tante forze unite, quindi, per realizzare l’importante evento della gara di Handbike che ha avuto il supporto nella sua realizzazione del Centro Servizi per il Volontariato di Cuneo.

La gara ciclista d’Handbike, molto sentita e attesa nella città degli Acaja, è stata illustrata nel dettaglio tecnico dal responsabile generale Remo Merlo: “Il circuito cittadino fossanese è molto duro e impegnativo, si svolge nella lunghezza dei 3,5 km per nove giri, per un totale di 31.5 km con partenza alle 10,30 da Via Roma, Piazza Manfredi”. Testata dall’atleta Valentina Rivoira la salita di via Palocca, che è veramente per sole braccia molto allenate!

Tra i 68 atleti finora iscritti, si contano due atleti svizzeri ed una atleta tedesca. D’effetto la partecipazione in gara di Vittorio Podestà, medaglia d’oro Paralimpica a Londra e del Campione Italiano nella MH5 Diego Colombari, già maglia Rosa del Giro d’Italia Handbike.

Anche il Presidente del GIRO D’ITALIA DI HANDBIKE, Cav. Walter Ferrari, ha espresso parole significative circa la gara: “Stiamo per giungere alla 5^Tappa di questa magnifica edizione, nello specifico FOSSANO, tappa molto sentita ed attesa, ma soprattutto permettetemi di dirlo tappa di famiglia, in quanto organizzata da un nostro componente del C.O, Remo Merlo, uomo d’esperienza della nostra organizzazione. Siamo certi che sarà un successo preannunciato, questa gara è una gara storica per la P.A.S.S.O e quest’anno si arricchirà maggiormente rendendola tappa del GIRO, come Presidente ci tengo a fare un grandissimo in bocca al lupo ai padroni di casa, a tutte le frecce gialle della P.A.S.S.O ed a tuti gli atleti che ancora una volta decideranno di mettersi in gioco”.
 In ultimo, ma non da meno il ringraziamento ai sostenitori e agli sponsor della manifestazione, uno fra tutti la Cassa di Risparmio di Fossano (Sponsor personale di Sergio Anfossi) e a tutti i volontari che permettono la realizzazione della gara.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo

Dorotea Maria Guida

Tutte le foto della Conferenza Stampa

La Gallery di Cussanio 20016

4^ Tappa Cesano Moderno

Giro d’Italia Handbike: Colombari vince in MH5 a Cesano Maderno e dedica il successo a Christian

L’atleta della P.a.s.s.o. ha dominato in MH5; secondo posto per Valentina Rivoira in WH3 e Ivan Sperone in MH2; ottimi piazzamenti per Tallone e Fieramosca Ottimi risultati per la P.a.s.s.o. nella tappa del Giro d’Italia Handbike, che si è disputata a Cesano Maderno con una grandissima partecipazione da parte degli atleti e del pubblico, che si è assiepato ai bordi della strada per assistere al passaggio dei ciclisti.

Diego Colombari, nonostante fosse rimasto fermo nelle ultime settimane a causa di un infortunio, ha vinto nettamente la gara della categoria MH5, staccando tutti gli avversari e mantenendo così la maglia rosa conquistata già nella tappa precedente. L’atleta della P.a.s.s.o. ha chiuso in quarta posizione nella classifica generale di tappa, quella che comprende tutte le categorie, che è stata vinta da Christian Giagnoni, che corre in MH4.

Nella classifica specifica di questa categoria si è comportato molto bene Maurizio Tallone, che si è piazzato sesto. Ha chiuso dodicesimo Francesco Fieramosca, che ha corso in una gara di MH3 particolarmente competitiva, che è stata vinta da Di Bari. Podio per Ivan Sperone, che in MH2 ha chiuso alle spalle del solito Omar Rizzato. Bravissima Valentina Rivoira che si è piazzata sul podio, arrivando in seconda posizione.

Particolarmente contenta l’atleta che gareggia nella categoria WH3: “Sono soddisfatta della prestazione, perché sono in crescita rispetto alle precedenti uscite. Ora ho due settimane di tempo per preparare al meglio la dura tappa di Fossano del 9 luglio, alla quale invito a tifare tutti i miei amici e sostenitori. Ringrazio, infine, Invacare Italia senza la quale tutto ciò non sarebbe possibile”.

Ovviamente soddisfatto della sua vittoria Diego Colombari: “Sono contento perché venivo da un periodo nel quale non ero riuscito ad allenarmi a causa di alcuni problemi fisici che mi avevano fermato. Per fortuna sono rientrato nel migliore dei modi”.

La maglia rosa della categoria MH5 ha poi voluto fare una dedica speciale per questo successo: “La mia vittoria è per la famiglia di Christian Comandù, un giovane che è scomparso pochi giorni fa a seguito di un drammatico incidente stradale nel quale è venuta a mancare anche la sua ragazza, Alessia”.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio 

3^ Tappa - Colombari è Maglia Rosa

Colombari vince la tappa di Imola e si veste di rosa nella categoria MH5;Sperone secondo nella MH2

Ottimi risultati per la P.a.s.s.o. nella terza tappa del Giro d’Italia di Handbike: a Imola Colombari vince e diventa maglia rosa nella categoria MH5 pur avendo corso una gara in meno; Sperone arriva secondo in MH2, mentre nelle loro categorie Tallone e Trentin chiudono rispettivamente 10° e 18°.

Sono arrivati ottimi risultati per la Polisportiva P.a.s.s.o dalla terza tappa del Giro d’Italia Handbike, che si è svolta a Imola, all’interno dello storico circuito “Enzo e Dino Ferrari”, che ha ospitato per moltissimi anni il Mondiale di Formula 1. 120 gli atleti che hanno preso parte alla gara all’interno del circuito emiliano che misura 4,9 km e ha numerosi saliscendi, come la salita della Tosa, che ha una pendenza del 10%.

Ancora una volta Diego Colombari è stato tra i grandi protagonisti, dominando la gara nella categoria MH5, vincendo con quasi 3’ minuti di vantaggio su Fabrizio Bove e riuscendo a conquistare la maglia rosa nonostante abbia saltato la prima tappa.

Un’impresa che ha reso particolarmente felice l’atleta della P.a.s.s.o., il quale dopo la cerimonia ha dichiarato: “Sono molto felice per aver conquistato la maglia rosa pur avendo corso soltanto due tappe su tre. Per me è un grande traguardo”.

Un’altra buona prestazione l’ha fatta Ivan Sperone, che ha ottenuto ancora una volta il secondo posto nella categoria MH2, alle spalle di Omar Rizzato. Al termine della gara l’atleta della P.a.s.s.o. era molto soddisfatto per il risultato raggiunto in questa splendida cornice.

Nella MH3, che ha visto al via numerosi partecipanti, Marcello Trentin si è piazzato in 18ª posizione nella gara nettamente vinta da Federico Mestroni. Buon decimo posto, infine, per Maurizio Tallone nella MH4, categoria in cui ha vinto Giovanni Achenza. Quest’ultimo è stato anche il vincitore assoluto della tappa, nella classifica che tiene conto di tutte le categorie.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio

2^ Tappa GIBH - Colombari vince nel Mh5 a Castellanza

Ivan Sperone arriva nuovamente secondo nel Mh2, Valentina Rivoira giunge seconda, bene anche Fieramosca, Trentin e Tallone. P.a.s.s.o. quarta nella classifica generale.

Tante soddisfazioni per gli atleti della P.a.s.s.o. Cuneo nella seconda tappa del Giro d’Italia di Handbike, che si è svolta per la prima volta a Castellanza, nel Varesotto e ha fatto registrare un grande successo di pubblico e di partecipanti (molto bello anche il videomessaggio che gli atleti hanno ricevuto dall’attore Paolo Ruffini, testimonial dell’evento).
Nella categoria Mh5 è arrivata la prima vittoria stagionale di Diego Colombari, che ha dominato la corsa chiudendo con un vantaggio di 1’44” su Mirko De Cortes, primo degli inseguitori. Ancora un podio per Ivan Sperone, atleta di Vezza d’Alba, che come nella tappa d’esordio a Crema ha chiuso in seconda posizione nella categoria Mh2, dietro a Omar Rizzato.
Dopo due tappe, per lui c’è anche il secondo posto nella classifica generale a dieci lunghezze dalla maglia rosa Rizzato. Nella categoria Mh3, che ha visto ancora una volta Claudio Conforti tagliare per primo il traguardo, registriamo le ottime prestazioni dei nostri due rappresentanti: Francesco Fieramosca si è piazzato in ottava posizione, risultato accolto con molta soddisfazione dall’atleta vista la competitività della corsa.
Molto bene anche il suo compagno di squadra Marcello Trentin, che ha chiuso al 20° posto. Fieramosca è ora nono nella classifica generale, dominata da Conforti. Per quanto riguarda la Mh4, registriamo l’undicesima posizione raccolta da Maurizio Tallone nella corsa vinta da Christian Giagnoni. Infine un altro podio è arrivato da Valentina Rivoira che nel Wh3 ha chiuso la sua corsa in seconda posizione.

Per quanto riguarda la classifica a squadra, la P.a.s.s.o. Cuneo è in quarta posizione con 143 punti, dietro ad Active A.S.D., GSC Giambenini e Polha - Varese. In totale i partecipanti sono stati 83 e il vincitore assoluto della tappa, lunga 4,5 chilometri e con una pendenza media del 2%, è stato Christian Giagnoni.

Il grande spettacolo del Giro d’Italia di Hanbike tornerà tra quasi un mese con la terza tappa che si svolgerà a Imola. Gli atleti della P.a.s.s.o Cuneo saranno però presenti la prossima settimana anche alla corsa internazionale di Massa, che si disputerà il 16 e 17 aprile.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Giorgio Capodaglio

Tutte le foto della Tappa di Castellanza

Gallery

1^ TAPPA CREMA - Esordio con il podio per Ivan Sperone

Bene anche le prestazioni di Alessandro Borlino e Francesco Fieramosca. Mirko Cappa esordisce con la maglia P.a.s.s.o.

È stato un grand’ inizio quello del Giro d’Italia Handbike di domenica 3 aprile svoltosi a Crema. L’edizione del 2016 si presenta ricca e piena di novità.
Principalmente è diretta da un nuovo Presidente: Walter Ferrari e poi perché è riuscita a suscitare subito grandissimo interesse sin dalla Tappa d’inizio. Crema ha registrato un record d’iscritti: ben 125 atleti dell’Handbike e 8 Tandem nelle categorie del Paracycling Italian tour.

Circa duemila persone hanno accolto il grande spettacolo dell’Handbike nella cittadina cremasca, in una domenica primaverile e assolata con il centro storico chiuso al traffico. Per gli atleti della P.a.s.s.o Cuneo è stato davvero un grande inizio di stagione.
Ivan Sperone di Vezza d’Alba che gareggia nella categoria Mh2 ha ottenuto subito il secondo e si è detto soddisfatto per il risultato e per la squadra. Anche Alessandro Borlino di Cuneo, giunto ottavo nella categoria Mh4 si è dichiarato contento per il risultato ottenuto.
Nella categoria Mh4 registriamo la 12^ posizione di Francesco Fieramosca di Albenga, anche lui contento del suo risultato. Nella P.a.s.s.o ha esordito nella categoria Mh3 il giovane Mirko Cappa.
Il vincitore assoluto della Prima Tappa è stato Claudio Conforti, mentre alle sue spalle è stata battaglia per le ambite Maglie Rosa di categoria e per la Maglie Bianca riservata all’atleta più giovane.
Mentre la mitica Maglia Nera, riservata all’ultimo classificato, paradossalmente è ambita al pari delle altre!

I numerosi atleti dell’Handbike sono partiti in due gruppi con due diverse partenze al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità di tutti. Mentre i Tandem del Paracycling Italian tour sono partiti a fine mattinata. Il grande spettacolo dell’Handbike torna domenica 10 aprile a Castellanza in provincia di Varese.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida