Menu di scelta rapida
Home Page / ARCHIVIO COMUNICATI / COMUNICATI 2015

COMUNICATI 2015

La P.a.s.s.o grande protagonista della finale del Giro d’Italia Handbike

Per la Finalissima di Milano la Polisportiva senza ostacoli cuneese porta a casa un bottino d’eccezione.

L’Ottava e ultima Tappa del Giro d’Italia Handbike, inserita nel calendario degli eventi “Expo in Città”, si è conclusa con un incredibile risultato di premi per la ASD cuneese.

Cominciamo con il dire che la P.a.s.s.o. quest’anno porta a casa ben TRE Maglie Rosa, faticosamente conquistate quasi nelle prime Tappe di questo 6^ Giro HB appena concluso.

I protagonisti in Rosa sono tre atleti con limitazioni fisiche che hanno sempre dato tanto in termini di sportività e fatica. Eccoli. La fossanese Valentina Rivoira, che è una delle due rappresentanti femminile dei biker cuneesi, (l’altra è la compagna di squadra Silvana Taravelli), si è aggiudicata per il secondo anno consecutivo l’ambita Maglia. Intervistata per la bellissima prestazione ha commentato: “Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicino, la Passo che ci permette di raggiungere questi risultati e Invacare Italia per l'importantissima Handbike Top End. Ora, dopo una breve pausa, comincerò a preparare la prossima stagione con l'obiettivo di fare sempre meglio, anche magari in gare internazionali.”

Il cuneese e Campione italiano per la categoria MH5, Diego Colombari che si aggiudica per la seconda volta la mitica Maglia Rosa, su nostra richiesta ha voluto commentare nel seguente modo: “Desidero soltanto ringraziare i miei allenatori Daniele e Paolo Lanfranco, palestra Sportvillage, latterie Inalpi, abbigliamento Botta&B, birra Baladin e spaccalegna Balfor.”

Infine, ma non per ultimo, il giovane di Vezza d’Alba, Ivan Sperone che quest’anno, in un crescendo di ottime prestazioni è riuscito ad ottenere tante vittorie e tanti podi da permettergli di indossare il Rosa più ambito. Ivan Sperone è risultato essere anche il Vincitore Assoluto del Giro d’Italia Handbike 2015 premiato con il prestigioso Trofeo Assoluto realizzato dal Maestro Roberto Caccin. E non solo! Il giovane Sperone, che abbiamo apprezzato quest’anno anche come collaboratore dell’Ufficio Stampa P.a.s.s.o. è stato testimone del fair play e della sportività di alcuni ciclisti dell’Handbike in gara contro di lui. Ecco la sua testimonianza: “Durante la gara conclusiva del Giro d’Italia Handbike 2015, con partenza e arrivo nella nuova sede della Regione Lombardia, c'è stato il gesto molto sportivo dei miei compagni di corsa. Dopo la mia caduta ad una curva hanno rallentato in modo che io potessi rialzarmi e raggiungerli nuovamente, nonostante ci fosse in gioco la Maglia Rosa tra me e il padovano Marco Toffanin. Li ringrazio infinitamente per la loro sportività. Ringrazio ancora una volta tutti quelli che hanno reso possibile sia la conquista della Maglia che i risultati della PASSO ottenuti quest’anno. Se posso, vorrei dedicare il Trofeo Assoluto al piccolo Leo di Diego e Giulia. Grazie a tutti!

Doverosa la citazione della presenza in gara di altri atleti della Polisportiva cuneese: Francesco Fieramosca giunto quarto, Alessandro Borlino e Marco Boffa, quest’ultimi due costretti al ritiro per una caduta e per problemi tecnici.

La stagione ciclista della P.a.s.s.o non poteva concludersi in un modo migliore visto il raggiungimento di un altro importante risultato: l’essersi classificata come migliore squadra vincendo il Super montepremi “Fast- Team – i Cusinè” – Il premio, insieme alla Maglia Rosa dell’atleta Diego Colombari, è stato ritirato dal Presidente della Polisportiva Marco Boffa.

 I ringraziamenti finali dell’ ASD P.a.s.s.o Cuneo per i magnifici risultati ottenuti vanno al Responsabile Generale Remo Merlo, a tutti i volontari e accompagnatori che durante l’anno si prodigano per il buon esito delle attività sportive senza ostacoli e delle gare; ma soprattutto il merito del successo della P.a.s.s.o va alle mitiche “Frecce Gialle”: Marco Boffa (Presidente), Alessandro Borlino, Roberto Casetta, Diego Colombari, Diego Ferrero, Francesco Fieramosca, Igor Galliano, Massimo Giacoma, Lui Roberto, Claudio Mirabile, Gianfranco Pigozzo, Valentina Rivoira, Maurizio Tallone, Silvana Taravelli, Marcello Trentin. A loro, l’augurio a perseguire sempre più alti risultati! “Altius tendam!” -

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo - Dorotea Maria Guida

11° Trofeo Memorial Serena - Fossano 2015

A FOSSANO E’ ANDATO IN SCENA IL GRANDE SPETTACOLO DELL’HANDBIKE

L’11° Memorial Serena – carrozzeria Franco Canavesio è stato valido per la finale del Campionato Italiano a squadre

Più di 70 atleti con limitazione fisiche si erano iscritti dandosi appuntamento sabato 10 ottobre per gareggiare sulle strade fossanesi nella consueta gara di Handbike - Trofeo Memoria Serena.

Sessanta si sono presentati allo start di via Roma nel primo pomeriggio per disputare una tra le più belle gare del campionato Italiano tra porfido, curve impegnative e discese pericolose.
Tra di loro i tanti bikers dell’ASD P.a.s.s.o Cuneo, capitanati dal neo presidente Marco Boffa che ha guidato il gruppo composto da: Marcello Trentin, Maurizio Tallone, Claudio Mirabile, Francesco Fieramosca, le tre Maglie Rosa del Giro d’Italia Handbike Ivan Sperone, Valentina Rivoira e il Campione Italiano Diego Colombari, giunto secondo assoluto.

Particolarmente sentita la presenza in gara del fossanese ed ex presidente della Polisportiva senza ostacoli Sergio Anfossi che è ritornato a gareggiare su un’Handbike, vincendo nella categoria MH4, dopo un lungo periodo di pausa forzata a causa di gravi motivi familiari e importanti motivi personali.

L’evento ciclistico di fossano che ha visto vincitore assoluto Paolo Cecchetto, è stato un successo organizzativo che ha lasciato soddisfatti quanti ogni anno ci mettono sostegno passione e Cuore: Beppe Tavella e Gianfranco Canavesio sponsor storici e Remo Merlo Responsabile Generale della P.a.s.s.o.

Un ringraziamento particolare a “Frazionisti di Cussanio”, cicloamatori Free Bikers, ai volontari della Croce Bianca, ai volontari del gruppo comunale della protezione Civile, Carabinieri in congedo, Radioamatrori, Papa Golf Club, Gruppo Interforce, 1° regimento Artiglieria di Montagna, Gruppo Giovani Croce Rossa, Polizia Locale, Polizia di Stato, al personale dell’Assessorato allo sport e manifestazione del Comune di Fossano e a tutti gli amici che hanno contribuito all’organizzazione dell’evento.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

Dorotea Maria Guida

Conferenza Stampa 11° Memorial Serena

Gruppo Atleti, Dirigenti, Autorità

Tutto pronto per l’11°Trofeo Memorial Serena – Carrozzeria Franco Canavesio

La gara di Handbike valida per la Finale del Campionato Italiano a squadre è stata presentata il primo ottobre a Cussanio (Fossano)

E’ stata presentata presso il Salone d’Onore del Giardino dei Tigli l’undicesima edizione la gara di Handbike che tradizionalmente si svolge a Fossano e che quest’anno sarà anche valida come Tappa finale del Circuito Italiano a squadre.

L’Handbike, lo ricordiamo, è la caratteristica bicicletta che riceve la propulsione dalle braccia dalle persone con una limitazione fisica.
Giovedì primo Ottobre il salone del Giardino dei Tigli era gremito di sostenitori e simpatizzanti che hanno partecipato con entusiasmo alla presentazione della gara che si svolgerà Sabato 10 Ottobre a Fossano con partenza alle ore 15 da Via Roma – Piazza Manfredi.

 A rappresentare il Comune di Fossano è stato l’assessore allo sport e alle manifestazioni Michele Mignacca che portando i saluti del Sindaco Sordella ha ribadito le costanti difficoltà da parte dell’amministrazione nell’organizzare eventi sportivi, sottolineando il fatto che quando si riesce invece a portarli a termine è solo grazie a quanti ci mettono cuore e passione.

Per la CRF e la Fondazione Cassa di Risparmio è intervenuta Graziella Bramardo ribadendo che la CRF e la Fondazione sono state sempre vicini alle attività territoriali in particolar modo alle performance dello sport senza ostacoli che ogni anno riesce a regalare a Fossano una gara di Handbike sempre emozionante e competitiva.
Molto emozionati i sostenitori storici del Trofeo Memoria Serena Gianfranco Canavesio e Beppe Tavella, che sperano fortemente che la manifestazione cresca e si sviluppi ulteriormente negli anni.
Fieri ed entusiasti dei quasi 60 atleti iscritti tra i quali i campioni Paralimpici Vittorio Podestà, Francesca Fenocchio, e tanti altri nomi di spicco tra i quali le Maglie Rosa cuneesi del Giro d’Italia Handbike Diego Colombari, (Campione Italiano) Ivan Sperone e la fossanese Valentina Rivoira.

Il Responsabile Generale Remo Merlo, interpretando il pensiero dell’Avvocato Mario Rosso Presidente dell’ADS Passo e unitamente al Presidente della Polisportiva Marco Boffa, ha ribadito ai presenti gli scopi dell’Associazione Senza ostacoli, ossia il reinserimento delle persone con limitazioni fisiche nell’ambito delle attività sportive e sociali, grazie anche ad una convenzione stipulata con L’INAIL.
La Passo, - continua Merlo - grazie all’impegno costante dei soci e dei sostenitori, può andar fiera di organizzare ogni anno sia la gara di Handbike fossanese, sial il Torneo Internazionale di tennis in carrozzina che si svolge a Cuneo in marzo e nel 2016 toccherà la 17ma edizione.

E’ stato commosso il saluto del presidente uscente della Polisportiva Passo – Sergio Anfossi – patron storico della gara di Fossano che riprende a gareggiare dopo mesi di inattività causa gravi motivi familiari e altri importanti impegni personali. Sergio Anfossi nel ha illustrato il percorso di gara invariato rispetto agli altri anni – “Rispetto alla precedente edizione che è stata la Finale del circuito Europeo EHC, per questa Tappa finale del Campionato Italiano a squadre c’è una gara unica nella giornata di Sabato 10 Ottobre con partenza alle ore 15 da Via Roma. Vi a spetto tutti nel cuore di Fossano per applaudire persone che con competizione e sportività sono rinate alla vita grazie allo sport

Un grazie particolare al moderatore della serata Marco Malinki, e soprtutto agli atleti presenti in sala.

Foto di Mario Giordano

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

 Dorotea Maria Guida

VI^ Tappa Giro HB Castel di Sangro

Doppietta della P.A.S.S.O. Cuneo a Castel di Sangro

Doppia vittoria nella 6^ Tappa del Giro D’Italia di Handbike per Colombari e Sperone L’ASD

Pedale Sulmonese, insieme al Comitato del Giro d’Italia di Handbike ha organizzato la 6^ Tappa del Giro d’Italia di Handbike in Abruzzo, in provincia de L’Aquila e precisamente nel comune di Castel di Sangro.

Circa una cinquantina di atleti partenti, in rappresentanza di ventuno squadre da ogni parte d’Italia hanno preso il via a questa manifestazione, seguiti dal caloroso e appassionato pubblico locale e dagli ospiti quali il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco e da Mauro Marrone, presidente abruzzese della Federazione.

Tracciato cittadino tecnico, di circa 3 chilometri, leggermente ondulato e di media difficoltà con due salite con pendenza superiore al 5% e di elevazione massima di circa 800m, percorso con la classica formula abituale “1 ora + un giro” con partenza e arrivo a Castel di Sangro.

La Polisportiva P.A.S.S.O. Cuneo si presenta a questa lunga trasferta con gli atleti Diego Colombari (MH5) e Ivan Sperone (MH2) arrivati in Abruzzo per cercare di confermare la Magia Rosa di categoria.

La vittoria di Tappa è andata al forte atleta di Categoria MH4 Giordano Tomasoni che, dopo una lunga lotta, ha distanziato di pochi secondi l’alfiere della PASSO

Diego Colombari che conclude la gara secondo assoluto e primo di categoria MH5, a 4 secondi dal vincitore e conferma così ancora una volta il primato di categoria e la sua maglia. Ivan Sperone riesce a vincere la sua categoria dopo una combattuta gara con Toffanin e mantiene la seconda maglia rosa P.A.S.S.O.

Dopo la gara commenta: “Sono contento che questa lunga e impegnativa trasferta sia andata come sperato per me e Diego. Speriamo di riuscire a continuare in questo modo, confermando anche nelle prossime tappe le nostre attuali tre maglie rosa per la P.A.S.S.O. Ringrazio tutti quelli che ci sostengono e rendono tutto questo possibile”.

Ivan Sperone – Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo

V^ Tappa Giro HB Baldonecchia

Le “Frecce Gialle” della P.A.S.S.O. Cuneo sulla vetta di Bardonecchia

Ancora un ottimo bottino a Bardonecchia: confermate le maglie rosa per Colombari, Rivoira e Sperone.

Passo ancora in testa alla classifica a squadre. Domenica 2 agosto si è svolta a Bardonecchia, sul percorso più duro e tecnico di quest’anno, la 5^ tappa del giro d’Italia di Handbike e la 4^ Tappa del PIT (Paracycling Italian Tour).
Il tracciato, per l’impegnativa salita di via Medail, è stato definito da alcuni “Strada dell’inferno”.

Numerosissimo e molto caloroso il pubblico presente sul percorso ad ammirare i 61 atleti che hanno deciso di sfidare le difficoltà di questa giornata di competizione.

La PASSO Cuneo si è presentata alla partenza in forze: Grande prestazione per Gianfranco PIGOZZO e Maurizio TALLONE che giungono rispettivamente in 4^ e 7^ posizione in categoria MH4.

Gara invece difficile per Marco BOFFA, 16^, afflitto da problemi fisici e con la febbre ma che, nonostante la molta fatica, porta a termine comunque la sua gara. In MH3 si difendono altrettanto bene Marcello TRENTIN 9^ e Roberto LUI 10^;

Trentin commenta così la sua gara:” Questa competizione e la cornice di pubblico sono state molto belle. Per quanto riguarda la gara, la salita di via Medail ha deciso chi era il più forte.”

Ivan SPERONE (MH2) riesce a terminare la corsa in 1^ posizione conservando la sua maglia rosa; Commenta: “Voglio ringraziare mio padre che mi ha assistito durante un guasto al cambio poco prima della partenza e mi ha permesso di disputare comunque questa gara”

Igor GALLIANO termina con un’ottima 4^ posizione, ai piedi del podio, in categoria MH1;

RIVOIRA (WH3) giunge 1^ di categoria, mantenendo il primato in classifica e la maglia rosa; Il suo commento:” Il percorso è il più duro e tecnico di tutto il giro. La salita di via Medail è durissima, ma la fatica è ripagata dal caloroso tifo della gente. Ringrazio tutti coloro che mi sostengono sempre e fanno sì che tutto ciò sia possibile!

Diego COLOMBARI (MH5), 1^ di categoria e vincitore assoluto della gara, conferma così la sua maglia rosa. Questo il suo commento: “Sono molto contento di essere arrivato primo assoluto davanti ai miei numerosi parenti, venuti a Bardonecchia a fare il tifo per me, che mi hanno sostenuto con striscioni e cori di incitamento. L' attenzione deve andare anche su due miei compagni di squadra: Boffa che con la febbre conclude una gara dura e Sperone che vince la sua categoria con il cambio rotto”.

La maglia di miglior giovane rimane ancora sulle spalle di Paolo Francione, mentre la maglia nera questa volta è di Cesare Vignudelli.

La PASSO è stata premiata come squadra più numerosa a questa manifestazione. Mantenuto inoltre il primato nella classifica generale a squadre (Campionato di Società per punti – FAST TEAM – “i Cusinè”). Appuntamento per la prossima tappa del Giro d’Italia a Castel di Sangro, il 6 Settembre.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo - Ivan Sperone

IV^ Tappa Giro HB San Marino

Ivan Sperone conquista l’ambita Maglia Rosa!

Con il cuneese Colombari (che corre in tricolore) e la fossanese Rivoira, anche l’atleta di Vezza d’Alba conquista la Maglia Rosa per la P.a.s.s.o Cuneo.

Si è disputata Domenica 12 Luglio l’unica Tappa oltre confine del Giro d’Italia Handbike, valida come terza prova del PIT – Paracycling Italian Tour.

L’ombra suggestiva del Monte Titano in San Marino e una splendida giornata di sole e di entusiasmo, hanno fatto da cornice alla quarta Tappa del Giro d’Italia HB che ha regalato ben tre Maglia Rosa alla Polisportiva Cuneese e una Maglia Nera.

La tappa Sammarinese, che ha visto tra l’altro gareggiare anche le Frecce Gialle Claudio Mirabile di Sommariva del Bosco e il cuneese Maurizio Tallone, si è disputata su un percorso di 2,5 km circa, inserito in un particolare circuito naturalistico, da concludere con la formula “1 ora + 1 giro” ha incoronato il vincitore Assoluto di Tappa - Maglia Rosa Banca Carige Diego Colombari e per le donne Roberta Amadeo.

Tutto il Team dell’ASD cuneese è in festa per il raggiungimento della terza Maglia Rosa, ambita sin dall’inizio del Giro dal giovanissimo ciclista di Vezza D’alba – Ivan Sperone – che a fine gara ci dice entusiasta: “Ringrazio tutti quelli che hanno reso possibile questa conquista della Maglia Rosa, fondamentali sono stati i loro incoraggiamenti che hanno supportato sacrifici comuni”.

Mantiene salda la Maglia Rosa anche l’atleta di Fossano Valentina Rivoira che ci dice: “La gara è stata impegnativa con un percorso abbastanza tecnico. Purtroppo a due giri dalla fine ho rotto la ‘manovella’ ma sono riuscita non senza difficoltà a portare a termine la gara e difendere la tanto bramata Maglia! Ringrazio tutti coloro che mi sostengono e credono in me, che mi hanno aiutata a non mollare. In particolare ringrazio i miei sponsor Invacare Italia, Banca Mediolanum Family Banker Villanova Mondovì e Lpm Pallavolo Mondovì.”

Miglior giovane sempre Paolo Francione che continua a tenersi stretta la sua Maglia Bianca Davigel by Nestlè mentre la Maglia Nera by PMP Bike Component questa volta e andata ad una donna: Silvana Taravelli della P.a.s.s.o

Per quanto concerne il PIT, invece, la vittoria è andata al Campione del Mondo Michele Pittacolo.
Simone Baldini è stato il testimonial d’eccezione presente alle premiazioni con la modella Vera Atyushkina, per una giornata all’insegna del divertimento e dello sport.

Appuntamento è per la 5^ Tappa del Giro a Bardonecchia, il prossimo 2 agosto. Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo –

Dorotea Maria Guida

Doppio Titolo Italiano per Diego Colombari in Valsugana.

Podi e ottimi piazzamenti per le altre “Frecce Gialle”

Diego Colombari due volte Campione Italiano: primato nella cronometro e nella gara in linea. Doppio argento per Sperone, doppio bronzo per Taravelli e ai piedi del podio Rivoira. Ottimi risultati anche per Fieramosca, Ferrero e Giacoma.

Le “Frecce gialle” della Polisportiva P.A.S.S.O. Cuneo hanno affrontato - nelle giornate di Sabato e Domenica 27 e 28 Giugno in Valsugana - due nuove sfide ai Campionati Italiani Assoluti di ciclismo Paralimpico.

In palio c’erano le maglie tricolori ambite da tutti i partecipanti, desiderosi di diventare il nuovo Campione Italiano di categoria. Inutile sottolineare l’alto livello di entrambe le gare sempre molto combattute e le medie orarie molto elevate. Tutti gli atleti hanno dato sempre il massimo, nonostante la giornata molto calda e la grande fatica accusata.

La P.A.S.S.O. si è presentata al via con Diego Colombari, Diego Ferrero, Francesco Fieramosca, Massimo Giacoma, Valentina Rivoira, Ivan Sperone e Silvana Taravelli. Gli atleti hanno affrontato la prima prova a cronometro a Levico Terme nella giornata di Sabato: percorso di 12 km, caratterizzato da un’impegnativa salita nella prima parte e una discesa tecnica nella seconda, favorevole agli atleti più coraggiosi e veloci.

Diego Colombari (categoria MH5) vince la medaglia d’oro - confermando il suo attuale stato di forma - con il tempo di 21’02.4, distanziando di quasi due minuti il secondo classificato e laureandosi Campione Italiano a Cronometro. Massimo Giacoma (MH4) conquista il quindicesimo posto di categoria; Francesco Fieramosca (MH3) termina nono; Diego Ferrero (MH3) termina le sue fatiche sedicesimo; Ivan Sperone (MH2) è medaglia d’argento; Nelle categorie femminili Silvana Taravelli (WH4) a podio, conclude con la medaglia di bronzo; Valentina Rivoira ai piedi del podio, conclude con la 4^ posizione.

Nella seconda giornata di gare di Domenica 28 Giugno, gli atleti P.A.S.S.O. si sono presentati desiderosi di ben figurare anche in questa prova in linea, disputata a Pergine Valsugana: difficile percorso di lunghezza variabile (23,2 o 46,4 km) in base alla categoria di appartenenza. Ancora una conferma per Diego Colombari, nuovamente medaglia d’oro e campione Italiano a Cronometro con il tempo di 1h32’30.

Massimo Giacoma è purtroppo costretto al ritiro per problemi fisici; Francesco Fieramosca è quindicesimo e Diego Ferrero diciannovesimo nella loro affollata categoria. Ivan Sperone termina ancora secondo. Per le categorie femminili Silvana Taravelli è ancora sul terzo gradino del podio - nonostante un problema al cambio mentre Valentina Rivoira conferma la 4^ posizione della gara precedente.

Colombari commenta così alla conclusione di questi due giorni di competizione: “Le Gare sono state molto impegnative e mi rendono ancora più fiero di aver vinto il doppio titolo italiano. Dedico queste vittorie a mia moglie che mi incita sempre, anche nei momenti difficili.”

Silvana Taravelli è soddisfatta di aver portato a termine entrambe le gare nonostante il guasto al cambio. Il responsabile PASSO Remo Merlo elogia Diego Colombari per il risultato e, piacevolmente sorpreso per le prestazioni degli altri atleti, si complimenta con tutti loro e li sprona a dare il meglio anche nei successivi impegni agonistici.

Prossimo appuntamento per le Frecce Gialle alla 4^ Tappa del Giro d’Italia di Handbike a San Marino, che vedrà i concorrenti Colombari e Rivoira impegnati a difendere la loro Maglia Rosa.

Tappa che risulta altrettanto importante anche per l’attuale primato della P.A.S.S.O. nella classifica di Società del Giro - FAST TEAM "I Cusinè".

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

Ivan Sperone

Straordinari atleti dell’Handbike cuneese a Lentate per la 3^ Tappa Giro HB

Primo in Classifica, di categoria e Maglia Rosa per Colombari, Oro e Maglia Rosa per Rivoira, Medaglia d’Oro per Sperone e Medaglia d’Argento per Taravelli.

La pioggia insistente ha caratterizzato la Terza Tappa del Giro d’Italia Handbike, valido per il 1^ Trofeo Château d’Ax Città di Lentate, che è stata divisa in 2 gare da 45' con diverse categorie a causa del percorso molto breve.

Ha aperto la terza tappa della 6^ edizione del GIHB, per la prima volta a Lentate sul Seveso, una sfilata realizzata dai bimbi delle associazioni sportive e non.

La ASD P.a.s.s.o. era rappresentata da un parterre di campioni eccezionale: Il Campione Italiano Diego Colombari, la fossanese Valentina Rivoira, l’atleta di Vezza d’Alba Ivan Sperone, Claudio Mirabile di Sommariva del Bosco, Francesco Fieramosca, Gianfranco Pigozzo, Silvana Taravelli, che hanno gareggiato sotto un temporale fragoroso.

Capovolgiamo l’ordine d’arrivo e parliamo subito del 10^ posto in Classifica Generale di Silvana Taravelli di Magliano Alpi (CN) che si aggiudica la Medaglia d’Argento nella categoria donne WH4 In rimonta gli atleti Gianfranco Pigozzo in MH4 e Claudio Mirabile in MH3 che giungono rispettivamente in 9^ posizione.

Ottava posizione per l’atleta Francesco Fieramosca che lottava per il secondo posto ma il suo risultato è stato condizionato a causa di una rovinosa caduta.

Il primo podio che segnaliamo è di Ivan Sperone di Vezza d’Alba che si aggiudica la Medaglia d’Oro nella categoria MH2

Medaglia d’Oro e Maglia Rosa per la campionessa fossanese Valentina Rivoira che a fine gara ci ha detto: “E’ stata una gara difficile a causa del percorso molto corto (1,4km) e della pioggia battente negli ultimi minuti. Ma ho avuto grandi soddisfazioni di prestazione e soprattutto la conquista dell'ambita maglia rosa! Ora continuo a lavorare per i campionati italiani di fine giugno e per difendere questo traguardo.

E infine, ma Primo Assoluto in Classifica Generale il campione Diego Colombari che mantiene la Maglia Rosa e commenta così la sua splendida gara: “Bellissima giornata asciutta e di pieno sole, ovviamente scherzo. Pioggia a dirotto ma nonostante tutto sono riuscito ad arrivare Primo in classifica generale e di categoria e a mantenere la maglia Rosa! Grazie a chi crede in me come Spaccalegna Balfor, Birrificio Baladin, Palestra Sportvillage, Daniele Lanfranco, Paolo Lanfranco, Latterie Inalpi e Abbigliamento Botta&B”

Fabio Pannella in rappresentanza del C.O Giro d’Italia di Handbike ASD ha così commentato l’entusiasmante gara di Lentate: “Tutti gli atleti sono stati stupendi, sono orgoglioso di ogni singolo ciclista e sono orgoglioso sempre di più di essere il Vicepresidente di questa società. Grazie al COMUNE DI LENTATE SUL SEVESO al suo Primo Cittadino Rosella Rivolta ed alla strepitosa accoglienza dei Lentatesi.”

Insomma, una festa ripagata da un grande spettacolo che gli atleti dell’Handbike hanno regalato al pubblico nonostante la forte pioggia. Ad aggiudicarsi la Tappa, lo ricordiamo, è stato DIEGO COLOMBARI, che come sempre ha dato il meglio superandosi.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. CN –

Dorotea Maria Guida

A Olgiate Olona una coppia di cuneesi d’Oro e d’Argento

Diego Colombari Valentina Rivoira

Il cuneese Diego Colombari e la fossanese Valentina Rivoira rispettivamente al Primo e al Secondo posto nelle ultime gare.

Il 1° e il 2 Giugno presso Olgiate Olona, in provincia di Varese, sono andata in scena le gare dell’INTERNATIONAL PARALYMPIC VALLE OLONA 2015.

Le prove suddivise, come di consueto in una sfida a “Cronometro” ed una in Linea valide per le categorie Internazionale Handbike e Ciclismo sono state organizzate dal Gruppo Sportivo ASD Solbiatese.

Per la P.a.s.s.o Cuneo era presenti gli atleti Colombari e Rivoira che si sono aggiudicati rispettivamente la Medaglie d’Oro e d’Argento nelle due competizioni previste. La ciclista di fossano Valentina Rivoira al termine delle prove ha così commentato le sue gare: “Sono molto soddisfatta della prestazione a cronometro che di solito non è nelle mie corde, mentre la gara in linea corsa sotto un sole cocente è stata molto più dura. Ringrazio per il sostegno Invacare Italia, Family Baker Villanova Mondovì e LPM Pallavolo Mondovì con un pensiero particolare a Valter Turco, recentemente venuto a mancare.”

Il campione Italiano, il cuneese Diego Colombari ha espresso perplessità sulla gara: “A dire la verità non ho sentito molto mia questa gara a causa delle numerose defezioni di molti atleti (partecipanti 50 su 90 iscritti) anche se mi sono classificato primo sia nella cronometro che nella gara in linea. Adesso sono in procinto di partire per la coppa del mondo e sto raccogliendo tutta la concentrazione possibile.”

Ringraziamenti alle Associazioni organizzanti: gli Amici del Gamba (organizzazione no profit) e alla G.S. Solbiate ASD, che non hanno deluso le aspettative, curando perfettamente tutto il percorso, con un’accurata accoglienza, mettendo a disposizione tanti ragazzi per gli atleti provenienti dagli USA, Polonia, Danimarca, Svizzera, Germania e Venezuela.

Gli atleti hanno potuto vivere due belle e intense giornate di sport e amicizia.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

Dorotea Maria Guida

Marco Boffa nuovo Presidente P.a.s.s.o

Marco Boffa

A Sergio Anfossi, dopo anni di Presidenza della Polisportiva Cuneese, succede il ciclista di Verzuolo Marco Boffa.

Venerdì 29 Maggio a Carrù, presso una delle sale del ristorante “Al Bue Grasso”, si è tenuta l’assemblea annuale dei soci dell’Associazione ASD P.a.s.s.o.

Alla presenza dell’Avv. Mario Rosso, del Responsabile Generale Remo Merlo, dei soci fondatori e dei tanti atleti degli sport disabili (Handbike, sci alpino Paralimpico e tennis in carrozzina) è stato letto un comunicato da parte del Presidente dimissionario Sergio Anfossi.

Il fossanese Sergio Anfossi, Presidente della Polisportiva da molti anni, era riuscito ad invogliare un numero sempre cospicuo di giovani alla pratica sportiva senza ostacoli, inoltre era riuscito a portare in provincia di Cuneo gare di Handbike di alto livello (ad esempio le Tappe del Giro d’Italia HB e la finale dell’EHC del circuito europeo) e in quest’occasione ha rassegnato a malincuore le dimissioni per motivi personali.

Nelle parole del Presidente uscente c’è stato l’auspicio di riuscire a passare il testimone ad una persona con caratteristiche particolari. Una figura d’esempio e di traino per tutti gli atleti e che sapesse trasmettere energia e grinta, ma soprattutto con la voglia di non arrendersi mai, come Anfossi.

Al termine della consultazione e delle votazioni è stato eletto il quarantacinquenne di Verzuolo Marco Boffa. Boffa, oltre ad essere un ciclista dell’Handbike, si è anche distinto quest’inverno e nelle precedenti stagioni nelle gare di sci alpino Paralimpico (sittimg).

Durante l’Assemblea, oltre ad essere stato approvato il Bilancio annuale, l’Avvocato Mario Rosso Presidente dell’ASD ha constatato piacevolmente la sensibilità della comunità locale, nel sostenere economicamente le attività sportive della Polisportiva, nella promozione dello sport disabili in provincia di Cuneo.

Inoltre, nell’abito dell’Assemblea di quest’anno è stata nominata la Commissione Disciplinare ristretta nell'ambito del Consiglio direttivo composta dal cuneese Aldo Baudino, dal carruccese Alessandro Bracco e dallo stesso neo presidente eletto Marco Boffa, e dal sig. Romano Biga - vice Presidente del consiglio direttivo - quale membro supplente, volta a dare un indirizzo comportamentale corretto ad un numero sempre crescente di giovani atleti disabili iscritti alla P.a.s.s.o Cuneo.

Nell’augurare buon lavoro al nuovo presidente della Polisportiva senza ostacoli cuneese, diamo appuntamento per le prossime attività sportive e alle gare d’Handbike in calendario.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida

II^ Tappa Giro HB PAVIA

Valentina Rivoira seconda (a sinistra)
Ivan Sperone secondo (a sinistra)

A Pavia Maglia Rosa riconfermata, Medaglie d’Argento e Ottimi piazzamenti per i ciclisti di Cuneo.

Nella Seconda tappa del Giro d’Italia Handbike valida per seconda tappa del PIT (Paracycling Italian Tour), Colombari tiene salda la Magia Rosa, i compagni di squadra si migliorano.

La lotta per la Maglia Rosa di Categoria e per il vincitore assoluto al Giro d’Italia HB si fa sempre più incalzante. Lo hanno dimostrato i 95 del Paraciclismo che si sono dati battaglia nella seconda Tappa a “cronometro” che si è disputata nel circuito cittadino di Pavia, Domenica 24 Maggio.

Per la P.a.s.s.o Cuneo erano presenti le famose “Frecce Gialle” Marco Boffa, Diego Colombari, Igor Galliano, Gianfranco Pigozzo, Valentina Rivoira, Ivan Sperone che hanno gareggiato in modo agguerrito e con forti motivazioni conquistando ottimi piazzamenti, migliorando i precedenti risultati e i tempi personali.

Il tifo straordinario sul circuito pavese ha aiutato tutti gli atleti a dare il meglio di se. Ma andiamo con ordine.

Il campione Italiano, il cuneese Diego Colombari, vince nella MH5 e tiene ben salda la Maglia Rosa, conquistata nella prima Tappa di Imola. Ecco il suo commento a fine gara: “La gara è stata molto affascinante con un pubblico pazzesco che tifava su gran parte del percorso. Sono molto soddisfatto della vittoria di categoria, ma un po’ meno della classifica generale visto che volevo puntare alla vittoria in classifica generale (“Assoluto” N.d.R.). Ringrazio i miei sostenitori per tutto l'affetto dimostrato fino ad ora. Speriamo in risultati più soddisfacenti nelle prossime gare.

La fossanese Valentina Rivoira, Medaglia d’Argento in WH3 ha commentato il suo brillante risultato: “Di solito non mi piacciono molto le gare a cronometro, ma con il giusto riscaldamento e la giusta concentrazione sono riuscita a portare a termine una buona prestazione. Il percorso era abbastanza tecnico e i tratti in lastricato non aiutavano a compensare. C'era un bel sole che era mancato l'anno scorso e il tifo di molte persone.”

Il non più giovanissimo Gianfranco Pigozzo, classe 1956, è riuscito a conquistare il Terzo posto nella categoria, sempre affollata, della MH4, distinguendosi al par dei giovanissimi!

Medaglia d’Argento in MH2 anche per Ivan Sperone di Vezza d’Alba che continua la sua scia di ottimi piazzamenti1 e vittorie. Migliorano le prestazioni di Marco Boffa e Igor Galliano nelle rispettive categorie. Per la cronaca Michele Pittacolo vincitore della prova a cronometro; Paolo Cecchetto vincitore assoluto. Paolo Francione nuovo “Miglior Giovane”.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida

Polesine Parmense

IVAN SPERONE E LA BELLA VITTORIA IN POLESINE

Nella prova valida per il Campionato Italiano F.C.I per Società Handbike, l’atleta di Vezza d’Alba si è distinto in Mh2.

Domenica 17 Maggio nel Polesine Parmense è andata in scena la 9^ Edizione della Gara Nazionale “MONDOPICCOLO MARATHON HAND-BIKE Bici Parma-PO” organizzata da “Giocoparma Associazione Sportiva Dilettantistica”.

La corsa in linea di Handbike aperta alle categorie maschili e femminile Paralimpiche suddivise in H1, H2, H3, H4, H5 ha regalato, anche quest’anno, una giornata di emozioni e di competizione di alto livello nel territorio del parmense.

E’ stata una trasferta positiva per la Polisportiva P.A.S.S.O. che ha partecipato con un unico ciclista, il trentenne Ivan Sperone che vive in provincia di Cuneo. Il campione dell’Handbike cuneese, dopo essere stato incoronato vincitore ha così commentato la sua vittoria: “La gara del Polesine è sempre bella e ben organizzata, grazie anche ad una giornata di sole calda e ideale per correre. Ho dato battaglia nella mia categoria e alla fine l'ho spuntata, vincendo la gara in volata. Sono molto soddisfatto della mia prestazione e ringrazio tutti quelli che mi aiutano. Un plauso all’organizzazione che è riuscita a ricreare un’atmosfera cordiale e gratificare gli atleti con pacchi gara molto sostanziosi.”

Siamo in attesa dei risultati di Domenica 24 Maggio di Pavia, infatti nella città lombarda si è disputata la Seconda Tappa del Giro D’Italia di Handbike e che ha visto continuare l’accesa lotta per la conquista o la conferma delle Maglie Rosa e Bianche di categoria.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo Dorotea Maria Guida

Tris d'Assi a Verolanuova

Ivan Sperone, Valentina Rivoira e Diego Colombari tra podio e buoni piazzamenti

Tante emozioni e grande competizione per manifestazione internazionale di Paraciclismo a Verolanuova che è stata organizzata dalla società Avis Pedale Verolese ASD nell’ambito del Paracycling CUP UIC (Coppa Europa del ciclismo Paralimpico N.d.R.).

Sono state due giornate di gare molto impegnative con atleti di altissimo livello quelle disputate il 25 e il 26 Aprile nella cittadina in provincia di Brescia; due giorni intensi, che hanno visto la partecipazione di 183 atleti e di tante nazionali come Germania, Francia, Inghilterra, Spagna, Austria, Russia, Belgio, Ucraina, Svizzera, Romania, Norvegia, Argentina e Olanda.

Dopo l’ottimo inizio di Marina di Massa alla ‘Due Giorni Del mare’ le Frecce Gialle dell’Handbike della P.a.s.s.o Cuneo riconfermano a Verolanuova la voglia di migliorare i risultati e rendere merito agli allenamenti invernali. Molto convincente il quarto posto di Ivan Sperone di Vezza D’Alba (CN) che corre in Mh2, conquistato sia nella crono che nella gara in Linea. Il giovane ciclista ha spinto la sua Handbike ad una media di 30 km/h in entrambe le gare.

Diego Colombari conquista il podio con il secondo posto in entrambe le gare malgrado una ristretta cerchia di avversari molto forti nella categoria Mh5; l’atleta di Cuneo ha corso le due gare con un’ottima media di quasi 38 km/h. Un incentivo a dare di più sono il 6^ posto conquistato nella gara in Linea e nella cronometro da parte dell’atleta di Fossano (CN) Valentina Rivoira che a fine gara commenta: “Mi sono confrontata con atleti di altissimo livello e il risultato non può far altro che spronarmi a migliorare di giorno in giorno le prestazioni. Ringrazio i miei sponsor Invacare Italia, Family Banker Villanova Mondovì e Lpm pallavolo Mondovì per il prezioso supporto, nonché parenti e amici che tifano per me.”

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida

Nuova Sede Passo

Finalmente la P.a.s.s.o. ha una nuova sede!

Dopo anni di onorata attività, nell’ambito dello sport senza ostacoli, l’Associazione ASD P.a.s.s.o. di Cuneo ha finalmente una nuova sede.

Il merito è esclusivamente del Settore Patrimonio del Comune di Cuneo che si è prodigato affinché la Polisportiva che si occupa dell’attività sportiva delle persone con disabilità, avesse una sede nuova e soprattutto accessibile.

Abbiamo avuto l’opportunità di visitare la nuova Sede con uno dei soci fondatori della ASD senza ostacoli e con il Responsabile Generale Remo Merlo che si è detto molto contento della nuova struttura: “La nuova sede – ha sottolineato Merlo – è composta da due locali ed è ubicata al piano terra in una struttura ove sono presenti anche altre associazioni del territorio come la Promo Cuneo, la Fausto Coppi, l’Unicef. Siamo entusiasti della nuova “location” che abbiamo poco alla volta adattato alle nostre esigenze”

L’ingresso principale della nuova sede Passo è al civico 5F di Corso Kennedy, mentre l’ingresso accessibile per gli atleti è da Via Carlo Manfredi di Luserna 6. C’è anche la possibilità di utilizzare una Sala Conferenze di 150 posti a turno con le varie associazioni coinquiline.

Le pareti dei locali, ampi e gradevoli, sono tappezzate dalle locandine celebrative degli annali dei tornei del tennis in carrozzina, delle gare di Handbike, delle competizioni di sci Paralimpico. Una nota di colore la danno le divise ufficiali degli atleti soprannominati le “frecce gialle”, che hanno come colore predominante appunto il giallo con i loghi dei vari sostenitori e testimonial che ne attestano la generosità.

Nella nuova sede c’è soprattutto il ricordo di tutte quelle esibizioni nelle quali le persone con limitazione fisiche si sono confrontate con gli avversari, con la società, ma soprattutto con il loro handicap, sconfiggendolo con la forza della volontà e con la determinazione, dimostrando che i valori che lo sport rappresenta sono universali anche quando si gareggia con una disabilità.

Ufficio Stampa P.a.s.s.so Cuneo Dorotea Maria Guida

Marina di Massa: "Due Giorni al Mare" con Zanardi

A Marina di Massa con Alex Zanardi il secondo posto di Igor Galliano e Diego Colombari.

C’erano anche gli atleti della P.a.s.s.o Cuneo nella “Due giorni del mare”, la competizione di Handbike svolta l’11 e il 12 Aprile nella città toscana che ha visto primeggiare Alex Zanardi.

Il campione del Paraciclismo italiano e mondiale aggiunge al suo palmarès anche i due ori di sabato e domenica, conquistati sul circuito stradale tracciato sul litorale apuano nell’ambito della tappa del Mondiale di ciclismo patrocinata tra gli altri enti, anche dal Comune di Massa.

L’evento che comprendeva sia una gara a cronometro che una gara “in linea” su strada, è stato organizzato dall’Afaph (Associazione famiglie portatori di handicap) apuana, in collaborazione con Velo club Carrara 1961 e Unione ciclistica internazionale. Duecento gli atleti scesi in strada, tra delegazioni straniere e nazionali, tra cui naturalmente anche quella Azzurra.

Per la Polisportiva cuneese c’è il vanto di due Medaglie d’Argento.

Il primo argento è per il secondo posto di Igor Galliano che gareggia nella categoria MH2

L’altra Medaglia d’Argento è per il bel secondo posto per Diego Colombari che ha gareggiato sia nella Cronometro che nella gara in linea nella stessa categoria di Zanardi, la MH5, che a fine gara ha così commentato: “Il risultato che ho ottenuto nella gara internazionale di Handbike a Marina di Massa è molto confortante. Ho fatto a cronometro di 16km a quasi 38 di media, mentre nella gara “in linea” ho perso l'attimo fuggente di stare in scia con Alex Zanardi in una fuga e quindi sono arrivato nel secondo gruppetto, comunque correndo i 42km ad una media di 35.6 km/h. La triste realtà e che io mi alleno ma gli altri migliorano sempre di più, infatti, Zanardi ha fatto la crono a 41km/h orari di media.”

La mia categoria, la Mh3, è sempre troppo affollata e allora essendo stata la mia prima gara stagionale, posso ritenermi soddisfatto dell’11^ posizione” A commentare il risultato della gara di Marina di Massa è Francesco Fieramosca di Albenga, anche lui tesserato P.a.s.s.o CN.

Con l’auspicio che le nostre “Frecce Gialle” migliorino sempre più, diamo l’appuntamento per le prossime gare ed eventi Handbike!

Ufficio Stampa P.a.s.s.o CN – Dorotea Maria Guida

I^ Tappa Giro HB IMOLA

Colombari strepitoso al Giro d’Italia Handbike

Diego Colombari 1° Assoluto e Maglia Rosa nella prima tappa del Giro, Valentina Rivoira e Ivan Sperone sul podio con il 2° posto.

Difficile riuscire ad aggiungere altre parole e altri commenti di rilievo a quanto la stampa sportiva e dello sport senza ostacoli ha già detto circa la Prima Tappa del Giro d’Italia e del Paracycling Italian Tour andato in scena nella Location d’eccezione dell’Autodromo “Enzo e Dino e Ferrari” di Imola.

La giornata del Lunedì dell’Angelo ha regalato a tutti gli appassionati e sostenitori del Paraciclismo una Prima Tappa da Oscar con la regia del C.O. del Giro d’Italia Handbike che dirige gli eventi per il 6^ anno consecutivo.

Con una scenografia di tutto rispetto, complice anche una giornata primaverile e grazie ad un nutrito pubblico di tifosi e sostenitori, settanta ciclisti dell’Handbike si sono sfidati sui 4.909 metri del circuito, divisi nelle varie categorie a seconda dell’handicap. Ha conquistato la prima Maglia Rosa assoluta, il favorito della vigilia, il Campione d’Italia Diego Colombari.

La “Freccia Gialla” tesserato con la Polisportiva Passo ASD ha percorso 39,2 km alla formidabile media di 31,285 km/h, compiendo otto giri della pista.

L’atleta cuneese, all’arrivo dalla trasferta romagnola ha così commentato: “La gara è stata dura per via del tracciato impegnativo, c’era molto vento e due salite con pendenza rispettivamente del 9% e del 6% che se fatta con una auto da corsa è una sciocchezze ma con la sola forza delle braccia il discorso cambia! Però ce l’ho fatta! Sono riuscito a conquistare l'ambitissima Maglia Rosa che mi mancava da un anno. [Lo scorso anno l’atleta cuneese aveva disputato solo le gare EHC dell’Europeo. N.d.R.] Ma quest'anno ci sarò sempre per lottare gara dopo gara per portare la Maglia Rosa a MILANO (tappa finale). Complimenti ai miei compagni di squadra per i loro risultati. Grazie ai sostenitori della P.a.s.s.o che ci permettono di partecipare alla gare.

Ottima gara per Valentina Rivoira che gareggia nella Categoria Wh3 e per Ivan Sperone in Mh2 che conquistano rispettivamente il secondo gradino del podio nelle loro categorie.

16^ Marcello Trentin nella categoria Mh3. Nel corso della giornata si è svolta la prima gara del Paracycling Italian Tour, con una ventina di atleti ai nastri di partenza.

Ad imporsi è stato Michele Pittacolo, Campione del Mondo in carica nella categoria C4 e medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Londra 2012. I vincitori sono stati premiati dalla bellissima Miss Maglia Rosa Vera Atyushkina. Prossimo appuntamento per il 24 Maggio – 2^ Tappa Pavia.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o – Dorotea Maria Guida

INAIL “Sposa” lo sport senza ostacoli

Grazie alla Convenzione – quadro INAIL-CIP è stato aperto a Cuneo uno sportello per le info e l’avviamento alle attività sportive delle persone con disabilità.

E’ stato dimostrato negli anni che la pratica delle attività sportive, dopo un infortunio assume fondamentale rilevanza nel percorso riabilitativo mirato al recupero del benessere psicofisico e alla integrazione sociale e lavorativa della persona. Per questo motivo da anni l’INAIL collabora con il CIP, Comitato Italiano Paralimpico, l’ente individuato dallo Stato per garantire la massima diffusione dell’attività sportiva tra le persone con disabilità.

Su questa scia, Mercoledì 18 marzo, nella sede INAIL di Via Luigi Einaudi a Cuneo è stato inaugurato lo sportello informativo per l’avviamento e l’esercizio della pratica sportiva da parte delle persone con disabilità da lavoro.

A fare gli onori di casa dell’evento c’era il Direttore della sede territoriale: Enrico Tommasi che ha tagliato il nastro tricolore dello Sportello insieme a Silvia Bruno presidente regionale del Comitato Italiano Paralimpico.

Un pubblico d’eccezione composto dal Prefetto di Cuneo Giovanni Russo, dal Questore Giovanni Pepé, con l’Assessore Valter Fantino e il Presidente Regionale ANMIL Silvio Olivero, Maddalena Tosatti, i rappresentanti di Patronati, Unione Industriali, cittadini e appassionati di sport, oltre alla stampa e TV locali, ha ascoltato le esperienze di sport e di vita di alcuni atleti P.a.s.s.o/INAIL quali Marco Boffa e Sergey Petrov.

Nel corso dell'evento c’è stata una dimostrazione di tennistavolo ed Handbike a cura di alcuni atleti Paralimpici piemontesi.

Lo sportello sarà aperto il primo e quarto martedì di ogni mese dalle ore 8,30 alle ore 10,30 ed avrà come Referente territoriale CIP: Remo Merlo - 347.2729832 remomerlo@libero.it, Responsabile generale della Polisportiva Senza Ostacoli cuneese.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida

Doppietta dell’inglese Alfie Hewett al Torneo Alpi del Mare 2015

Con una straordinaria prestazione sul francese F. Cattaneo, il giovane inglese ha conquistato il Trofeo Città di Cuneo e vinto il Doppio con Anker
I pronostici davano favoriti i veterani del Torneo Alpi del Mare che quest’anno è giunto alle 16^ Edizione.
Ed invece il giovanissimo Hewett, numero 19 nel ranking mondiale, ha sbaragliato tutti i grandi tennisti in sedia a rotella giunti da tutt’Europa per disputare il Tennis Internazionale di Cuneo.

L’Ottimo risultato raggiunto nel Singolo Maschile, come hanno confermato il Giudice Arbitro Nardi e il suo Assistente Federico Gonella, è stato un crescendo di set vincenti fino alla finale di Domenica 29 Marzo quando con un magnifico 6/3, 6/4 Hewett ha battuto il francese Cattaneo senior dei campi cuneesi. Bella prestazione anche nel Doppio Maschile.

La finale di sabato 28 marzo è stata conquistata dalla coppia anglo-olandese: Hewett- Anker che vincono su De Bie/ Husser.
Nel Singolo Maschile del tabellone secondario (Second Draw) l’italiano Ivan Tratter ha dovuto cedere il passo allo spagnolo Martin Varela che ha avuto la meglio con un punteggio di 6/1, 6/4
C’è stato spazio per il Singolo Maschile Consolation Draw nel quale è risultato vincitore l’Olandese Roby De Bie che si è imposto in 6/1, 6/3 sul francese Lahcen Majdi. Hanno premiato questi campioni di vita, oltre che sportivi dalla fortissima racchetta, Domenica 29 marzo un parterre d’eccezione.

Un torneo, quello delle Alpi del Mare che ogni anno regala alla Granda e al Piemonte formidabili campioni grazie soprattutto allo sforzo Organizzativo della P.a.s.s.o e dei numerosi volontari.
Doverosi sono i ringraziamenti per il Coordinatore Generale Remo Merlo e del suo vice Alberto Bessone e al Direttore di Torneo Paolo Ponzio Un elenco lungo e quasi sempre incompleto è quello formato da coloro che ogni anno si spendono per l’ottima riuscita della manifestazione composto dagli Ufficiali di Gara forniti dal C.R. F.I.T, dal Servizio Coadiuvanti di campo del Tennis Park Cuneo, dal Servizio Navetta dell’Autonomy Fiat – Merlo Viaggi e CIP Piemonte.

Non ultimo il nostro Grazie al Fotografo Mario Giordano per i precisi scatti e al fisioterapista Davide Petrone, al Medico dott. Biolè, a Gianni Gerbaudo coadiutore di segreteria, Chiara Beltramo, all’ITOS Cuneo S.r.l., Il Podio Sport, Autoriparazioni Ramonda, ai volontari dell’Ass. Nazionale Polizia di Stato e ai Giovani CRI Cuneesi.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida

Un tuffo nel cuore del torneo di tennis in carrozzina 2015

Nella seconda giornata di gare del Wheelchair tennis tour di Cuneo si stanno delineando i profili dei probabili vincitori

La 16^ edizione del Torneo Internazionale Alpi del Mare – Trofeo Città di Cuneo è entrata nel vivo della manifestazione. Il super bolide del Grande Tennis cuneese ha avviato i suoi motori il 25 Marzo con la compilazione dei tabelloni e ieri giovedì 26, con le prime partite disputate, si è partiti a tutto gas.

Con le gare di oggi, invece si iniziano a delineare i campioni con limitazioni fisiche del Torneo. Siamo andati presso i campi al coperto del TENNISPARK presso il Parco della Gioventù e abbiamo verificato la situazione gare. Il Direttore del Torneo Paolo Ponzio si è detto entusiasta delle formidabili conferme avvenute nel Tabellone Principale del Singolo Maschile (Main Draw), nel quale il francese Frederick Cattaneo si scontrerà nella semifinale di domani contro il connazionale Laurent Giammartini.

Ci si aspetta molto da loro” è il commento del Coordinatore generale Remo Merlo poiché questi due grandi tennisti rappresentano rispettivamente il 14° e il 29° del Ranking mondiale. L’altra emozionate semifinale vedrà scontrarsi il pluricampione austriaco Martin Legner, protagonista di tanti tornei cuneesi, contro il fortissimo inglese Alfie Hewett.

Il Tabellone Secondario del Singolo Maschile (Second Draw), riserva grandi novità e ne sono convinti sia il Giudice Arbitro Francesco Nardi che il suo Assistente Federico Gonnella. Infatti le semifinali saranno disputate da fortissimi connazionali, come riportato qui di seguito. L’italiano Ivan Tratter affronterà il giovane marocchino italianizzato A. Ari, mentre l’altra coppia che si sfiderà nella semifinale di domani sarà composta dallo spagnolo Martin Varela e dal francese M. De Cillia.

Grande trepidazione per le semifinali del doppio di oggi pomeriggio: la coppia franco-olandese Husser/ De Bie sfida gli italiani Ivan Tatter e Luca Spano, quest’ultimo un habitué del torneo Alpi del Mare.

Attesa anche per l’esito dell’altra semifinale che vede in campo il tedesco Nespethal e lo spagnolo Coronado contro la coppia spagnola formata dal giovanissimo De la Puente (classe 1996) e R. Chamizo. Coloro che si saranno battuti con valore ma avranno dovuto cedere il campo a carrozzine più veloci e a dritti e rovesci di grande potenza, avranno una possibilità di riscatto nel girone di consolazione che verrà disputato domani sabato 28 Marzo insieme alle finali del Doppio Maschile.

La Finalissima del Singolo Maschile sarà, invece la mattina di Domenica 29 Marzo.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o.

Dorotea Maria Guida

Presentato il 16° Torneo Alpi del Mare

Torna a Cuneo il grande Tennis in carrozzina

Presso l’Hotel Lovera, lunedì 16 marzo, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Torneo Alpi del Mare

Per il sedicesimo anno consecutivo si terrà, presso i campi al coperto del Parco della Gioventù, un avvenimento sportivo di eccellenza, ricco di valenza umana e sociale: il 16° Torneo Internazionale Wheelchair Tennis Tour – Trofeo Città di Cuneo. L’evento, che porta il tennis in carrozzina di alto livello in Piemonte, è stato presentato presso la Sala conferenze dell’hotel Lovera Palace gremita di giornalisti, autorità ed esperti del settore.

Hanno illustrato la competizione internazionale l’Avv. Mario Rosso e Remo Merlo per l’Associazione ASD Passo organizzatrice del Torneo, l’Assessore Valter Fantino in rappresentanza dell’amministrazione comunale e il Direttore del Torneo Paolo Ponzio.

Malgrado il persistere della crisi economica - ha esordito Remo Merlo - si è riusciti a completare un tabellone di 32 atleti, divisi in Main Draw e Second Draw. Un’importante traguardo dato che questo è l’anno pre-olimpico e gli atleti per certi versi tendono a risparmiare le energie. Purtroppo mancherà il tabellone femminile, poiché l’ITF, ha autorizzato l'organizzazione nello stesso periodo, le qualificazioni femminili per la Coppa del Mondo in Turchia.

Sedici anni e non sentirli” – Ha commentato l’assessore Fantino a proposito del Torneo Alpi del Mare che, oltre ad essere la più longeva manifestazione di tennis in carrozzina d’Italia, ringiovanisce anno dopo anno e cresce malgrado i continui tagli dell’amministrazione al settore sociale e agli eventi sportivi.

Il presidente dell’Associazione Passo Avv. Rosso ha ribadito il concetto che il Torneo Internazionale di tennis in carrozzina invita alla comprensione di un’importante messaggio: la lotta e la vittoria sull’ostacolo, poiché lo sport è un mezzo d’integrazione formidabile.

 Il Direttore del Torneo Paolo Ponzio ha evidenziato la presenza di grandi atleti internazionali di alto calibro, ad iniziare dal francese Frederick Cattaneo, che ha esordito a Cuneo anni fa ed ora è il 14° nel ranking mondiale. Ponzio si è detto entusiasta di dirigere un torneo che ogni anno ospita sempre nuovi tennisti e che rivede il grande ritorno degli spagnoli, tra cui il giovanissimo classe 1999 Martin De La Puente.

Assente illustre quest’anno il campione italiano Fabian Mazzei, infortunato ad una spalla; confermata, invece, la presenza degli altri italiani come Luca Spano e Luca Arca nel tabellone principale e i tantissimi del tabellone secondario. Le gare saranno dirette dal Giudice Arbitro Francesco Nardi supportato da Federico Gonella.

Remo Merlo ha ringraziato il Questore di Cuneo, presente alla conferenza stampa, unitamente alle altre autorità militari; gradita la presenza di una rappresentanza CRI comitato locale di Cuneo. Un ringraziamento particolare al Direttore della Sede INAIL di Cuneo – Enrico Tommasi che si appresta a stringere una collaborazione con lo sport senza ostacoli, grazie alla Convenzione – quadro INAIL-CIP con l’apertura in sede territoriale di uno sportello info e avviamento alle attività sportive.

L’Appuntamento è dal 26 al 29 Marzo. presso i campi da tennis del circolo TENNISPARK al coperto del Parco della Gioventù.

 Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo Dorotea Maria Guida

Colombari Riparte da Podio

Riparte il calendario nazionale 2015 del Paraciclismo ed è subito vittoria per l’atleta della P.a.s.s.o. La stagione agonistica 2015 dell’Handbike italiana non poteva iniziare nel migliore dei modi per l’atleta Diego Colombari di Cuneo.

Il clima nella riviera adriatica non era dei migliori Domenica 22 Febbraio con la pioggia battente, il vento sferzante ma soprattutto il freddo intenso che caratterizza questo periodo dell’anno. Eppure un gruppo agguerrito e temerario di 52 atleti si è ritrovato presso il Misano World Circuit intitolato a Marco Simoncelli per disputare il 1° Misano Circuit Handbike Grand Prix.

La prova disputata appunto a Misano Adriatico è stata valida per 1^ Prova Campionato Italiano di Società. La gara, nella quale ha vinto il già Campione Italiano Colombari è stata programmata dal Comitato Organizzatore del Giro d’Italia di Handbike. Nella Pista Internazionale del circuito intitolato al giovanissimo campione di motociclismo Marco Simoncelli scomparso prematuramente, lunga 4,2 Km, il campione italiano Diego Colombari ha vinto con la formula “45 minuti+1 giro”, classificandosi Primo assoluto nella graduatoria.

Al suo ritorno dalla riviera adriatica abbiamo sentito il vincitore della P.a.s.s.o che ha commentato la sua prestazione: “C’è stata tanta pioggia prima durante e dopo! Se vale la regola della sposa bagnata... non potevo che vincere. 30 km in 53 minuti e 13 secondi, alla media di 33,4 km/h. Ho inauguro così la mia stagione sostenuto come sempre da Palestra Sport Village, Spaccalegna Balfor, abbigliamento Botta&B, Latterie Inalpi e Birrificio Baladin”.

Buona la prima, dunque, diamo l’appuntamento per le altre gare previste nel calendario di Handbike, nelle quali le biciclette che sfrecciano con la propulsione delle braccia regaleranno come sempre emozioni e spettacolo!

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

 Dorotea Maria Guida