Menu di scelta rapida
Home Page / COMUNICATI / COMUNICATI 2018

COMUNICATI 2018

A Marina di Massa Podio ed Esordio

A Massa Colombari sul podio con Zanardi. Esordio di Mattia Marchisio

Nella “Due giorni del Mare” Diego Colombari medaglia d’argento dietro Alex Zanardi ed esordio con la maglia della P.a.s.s.o per Marchisio

L’incantevole territorio di Marina di Massa in Toscana ha ospitato la prima gara di Paraciclismo e Handbike Nazionale, nell’ambito della 4° edizione della: “Due Giorni del Mare”. Nei giorni di sabato e domenica 7 e 8 Aprile si sono svolte le gare in linea e a cronometro che hanno registrato la presenza di oltre 170 atleti Paralimpici comprese le delegazioni straniere da tutta Europa. Le prove in programma valide per tutte le categorie, tandem, ciclisti e handbike si sono svolte n un circuito di circa 7 chilometri sul lungomare di Marina di Massa.

Subito successo per la Polisportiva cuneese che ha schierato il cuneese Diego Colombari che non ha tradito le attese, sia nella cronometro sia sulla gara in linea piazzandosi al secondo posto dietro il campione mondiale Zanardi, nella categoria MH5. Ecco le riflessioni di Colombari dopo la gara: “Sono molto soddisfatto per le gare, siamo anche all'inizio della stagione e quindi bisogna fare il punto sulla preparazione fisica. Adesso mi attende Verolanuova il 20/21 Aprile, dove troverò atleti ancora più forti. Ringrazio tutti i sostenitori e il mio compagno di avventura per il tifo durante la gara!”.

Esordio con la maglia delle frecce gialle per Mattia Marchisio classe 1995, che classificandosi ottavo nella categoria MH2, ha testato le sue potenzialità in gara. Anche Marchisio ha rilasciato un breve commento a fine gara: “La posizione in classifica non mi soddisfa ma rende l’idea del livello della mia preparazione atletica. Sicuramente dovrò lavorare tanto per la stagione agonistica appena iniziata che sarà molto lunga.”.

“La Due Giorni del Mare” è stata organizzata dall’A.S. Dilettantistica Ciclo Abilia, Anmil Sport Italia e A.fa.p.h. Onlus", associazioni che sostengono l’Anmil, per i lavoratori mutilati e invalidi del lavoro. “La gara competitiva ha lo scopo di favorire il reinserimento sociale e migliorare il trattamento post - traumatico delle persone portatrici di handicap” racconta in un’intervista Zanardi – promotore di Obiettivo3, l’iniziativa socio-solidale per favorire i giovani con handicap che desiderano fare sport ne abbiano la possibilità”.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida.

Aldo Baudino sul podio ai Campionati Italiani

Sci Alpino: brillano gli atleti P.a.s.s.o. Cuneo sull’Appennino Emiliano. Un argento e un bronzo per il bovesano e ottimi piazzamenti per Marco Boffa.

Ancora soddisfazioni per l’Associazione P.a.s.s.o. (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli) di Cuneo nello sci alpino disabili che ha visto protagonisti il bovesano Aldo Baudino e il suo compagno di squadra Marco Boffa di Cavallermaggiore.

I due sciatori dopo aver preso parte alle gare del circuito interregionale e ai campionati nazionali del C.S.I. di fine marzo e dopo la gara di Coppa Italia FISIP ad Artesina di febbraio, si sono presentati ai Campionati Italiani della FISIP (la federazione Paralimpica degli sport invernali, presieduta da Tiziana Nasi) che si sono tenuti sabato 7 e domenica 8 aprile sulle nevi appenniniche del Cimone in Emilia.

Eccellenti le prestazioni dei due portacolori cuneesi, nella categoria “Sitting”: Aldo Baudino è andato a medaglia sia nello slalom speciale sia nel gigante conquistando rispettivamente la medaglia d’argento e quella bronzo, mentre l’atleta Inail Marco Boffa ha completato la festa per il sodalizio cuneese con un ottimo 5° posto nello slalom ed un 6° nel gigante.
Su un tracciato impegnativo il bovesano aveva addirittura chiuso la prima manche dello speciale al primo posto, ma ha dovuto arrendersi nella seconda all’atleta della nazionale Manuel Michieletto che partecipa alla Coppa del Mondo e alla Coppa Europa. Nel gigante invece dopo la prima manche chiusa con il quarto tempo, è riuscito a conquistare il terzo posto alle spalle di Danilo Rossi (anch’esso atleta azzurro di livello internazionale) e del vincitore dello slalom Michieletto. Molto soddisfatto Baudino: “Ho ottenuto due risultati che sono andati oltre le più rosee aspettative. Non mi aspettavo di poter conquistare addirittura due podi, ottenuti anche grazie a un pizzico di buona sorte che serve per confrontarsi con atleti di livello come quelli che erano presenti al Cimone. Il bello di queste gare è sicuramente poter vivere giornate nelle quali si percepisce senza dubbio che la disabilità diventa un valore aggiunto e non un limite. I risultati sono una soddisfazione che desidero condividere innanzitutto con tutti coloro che mi aiutano durante l’attività sportiva. Un grazie particolare alla P.a.s.s.o. di Cuneo, al mio medico dott. Alessandro Baessato, a Giovanni Marchisio e Rosy di Limone. Anche a nome del mio compagno di squadra Marco Boffa desidero evidenziare il ruolo dei volontari Marco Rapallo, Piero Viale, Giorgio Manassero, Valentina Pellegrino e Claudio Landra, preziosi accompagnatori nelle trasferte oltre a Bottero Ski per il supporto tecnico, alla LIFT della Riserva Bianca ed ai suoi operatori degli impianti e delle piste”.

Visibilmente felice anche Marco Boffa: “In una stagione nella quale non sono riuscito a sciare molto, sono molto contento dei miei piazzamenti, ottenuti su una pista molto impegnativa. Desidero ringraziare l’Inail per il prezioso sostegno ed i numerosi amici che mi hanno aiutato”.

Remo Merlo, coordinatore generale della P.a.s.s.o. ha chiosato sottolineando il valore di questi risultati: “E’ stata un’altra stagione positiva, anche negli sport invernali, grazie alla caparbietà e continuità di Baudino che dal 2013 ad oggi è salito ben cinque volte sul podio nazionale, ma anche per i piazzamenti di Boffa. Auguriamoci che questi risultati possano essere da stimolo per altri disabili a voler impegnarsi nello sport”.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo

Finale Torneo Alpi del Mare 2018

L’italiana Giulia Capocci trionfa nel singolo femminile.


L’olandese Tom Egberink nel maschile L’italiana Capocci conquista anche il doppio con l’inglese Luise Hunt. Tutto olandese il doppio maschile con Egberink e Spaargaren

Con le premiazioni dei vincitori del singolo maschile e femminile di domenica 18 marzo si conclude la 19^ edizione del Torneo Alpi del Mare – Trofeo città di Cuneo 2018 Un’edizione sempre più internazionale, sempre più ricca di colpi di scena e soprattutto con le sfide degli atleti più forti e preparati del Ranking mondiale; e sono proprio questi tennisti in carrozzina che ci hanno regalato un torneo favoloso!

Ecco allora i risultati: l'italiana Capocci, tenace sin dall’inizio, ha sfidato l'inglese Louise Hunt e l'ha battuta con un punteggio 6-4 6-1. Nel maschile, Egberink ha battuto l'argentino Agustin Jose Ledesma con un punteggio 6-1 6-4.
L’Olanda batte l’Argentina nel doppio maschile con il risultato di 6-1 6-2 a favore di Tom Egberink e Ruben Spaargaren che hanno affrontato Ezequiel Casco / Agustin Jose Ledesma. Nel doppio femminile le già fortissime Capocci / Hunt battono con un 6-0 6-2 Emmanuelle Mörch / Mariska Venter.

Il premio del tabellone Consolation maschile è assegnato all’argentino Casco. Mentre il premio del Consolation femminile va alla svedese Bellander. Lo svizzero Daniel Pellegrina si aggiudica il tabellone Second draw.

Un Torneo incredibile, quello appena concluso, che è il risultato dello sforzo organizzativo dello Sfaff dell’Ass. ASD P.a.s.s.o.: e del Coordinatore generale Remo Merlo, Alberto Bessone suo vice, Chiara Beltramo e Gianni Gerbaldo per la segreteria.
Un ringraziamento particolare al Giudice Arbitro Sigismondo Favia e il suo assistente Federico Gonella e al Direttore del Torneo Paolo Ponzio. Una menzione agli ufficiali di gara forniti dalla C.R.FIT, ai servizi Coadiuvanti di campo del Tennis Park. In collaborazione con il CSV Società Solidale.

Arrivederci per l’edizione numero 20 nel 2019 presso i campi al coperto del Tennis Park

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida Link per la Gallery a cura di Mario Giordano: https://www.dropbox.com/sh/ray633oi12lenac/AAA1GfQELiSYsCqOeMEssVXsa?dl=0

Nel vivo del 19° Torneo Alpi del Mare di Cuneo

Con le prime sconfitte si delineano i probabili vincitori del wheelchair tennis tour; una disciplina Paralimpica che compie quarant’anni.

Nei campi al coperto dei Tennispark di Cuneo sono in corso in questi giorni le classificazioni che ci proietteranno verso i vincitori del Torneo Alpi del Mare sempre più internazionale. Grande attesa per il singolo femminile che ha visto un tabellone pieno con 16 atlete di varie nazionalità, tra le quali spicca l’italiana Giulia Capocci, 13^ del Raking mondiale.

Attesa anche per la finale del singolo maschile, del doppio femminile e maschile. Premi anche per il Second Draw e Consolation.

A Cuneo è cresciuto negli anni l’entusiasmo per il tennis in carrozzina che è nato nel 1976 negli Stati Uniti ed è approdato in Italia solo nel 1989. Nel 1990 furono organizzati i primi Campionati Italiani con la partecipazione di 18 atleti. Attualmente l'Italia è la nazione europea che organizza il maggior numero di tornei internazionali. Il gioco segue quasi totalmente le regole del tennis tradizionale e richiede le stesse doti di abilità, strategia e preparazione atletica: la sola differenza con il tennis per normodotati è la possibilità che la pallina rimbalzi per due volte prima di essere colpita.

Testimoniano il grande tennis in carrozzina cuneese i risultati dei tabelloni di queste due giornate di gare. Nel singolo maschile passa il turno e va in semifinale il francese (già vincitore del torneo 2017 Frédéric Cattaneo contro Silviu Culea per 6-0 6-1 Cattaneo sfiderà nella semifinale l’olandese Tom Egberink che ha battuto il francese Laurent Giammartini con un appassionante 7-5 6-1. L’altra semifinale sarà disputata tra il polacco Fabisiak e l’argentino Ledesma. Nel singolo femminile passa il turno e va in semifinale Giulia Capocci battendo la francese Mörch per 6-1 6-2. L’italiana disputerà la semifinale contro la svizzera Nalani Buob. L’altra semifinale del singolo femminile sarà disputata dall’argentina Moreno e l'inglese Hunt.

Restando in attesa degli altri risultati ringraziamo i tutto i sostenitori e i volontari che rendono possibile un torneo di questo livello: servizio navetta Autonomy Fiat Merlo Viaggi – Assistenza medica del Dott. Biolè Servizio di fisioterapia Davide Petrone, Ass. Nazionale Polizia di Stato, dai giovani della C.R.I Cuneo; il servizio carrozzine: ITOS Cuneo srl, il servizio tecnico attrezzature: il Podio Sport. Servizio Ass. tecnica veicoli: Autoriparazioni Ramonda.

Per le foto e video Mario Giordano

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo Dorotea Maria Guida

Conferenza Stampa Whellchair tour 2018

Record di Nazioni e di donne per il 19° Torneo Alpi del Mare

Tabelloni completi, donne in ascesa e atleti dall’Argentina, Giappone, Olanda, per un torneo di tennis in carrozzina sempre più internazionale.

Il salone delle conferenze dell’Hotel Lovera di Cuneo anche quest’anno ha ospitato la consueta conferenza stampa di presentazione del Torneo wheelchair tour, giunto alla 19ma edizione.
A presentare questa edizione dei record il coordinatore generale della P.a.s.s.o. Remo Merlo, con il nuovo assessore allo Sport del comune di Cuneo la dottoressa Cristina Clerico, il delegato provinciale del CONI Point di Cuneo la signora Claudia Martin, e il Direttore del Torneo Paolo Ponzio.

La dottoressa Clerico ha portato i saluti del sindaco di Cuneo Federico Borgna, ponendo l’accento sul fatto che il torneo di tennis in carrozzina è un appuntamento importante per la Città data l’internazionalità dell’evento sportivo. Inoltre l’amministrazione cuneese si è sempre prodigata per le pari opportunità che vede nello sport per le persone cin disabilità una sintesi perfetta.

La Signora Martin in rappresentanza del CONI ha sottolineato la rilevanza dell’evento sportivo, fiore all’occhiello degli sport regionali. Numerosi i rappresentati delle istituzioni locali che hanno fatto pervenire il sostegno alla manifestazione come il Prefetto di Cuneo, l’INAIL, Camera di Commercio, Fondazione CRC, e tantissimi che l’hanno dimostrato con la loro presenza come Giancarlo Bandiera consigliere regionale della Federtennis, Enzo Lotti per il Panathlon Club di Cuneo, Federico Gonella assistente Giudice Arbitro, i volontari della CRI e protezione civile.

Il Direttore del Torneo Paolo Ponzio ha messo in risalto il fatto di come anche quest’anno il torneo del tennis in carrozzina sia ad altissimo livello e annovera tra i tennisti presenti dal 13° al 59° del Ranking mondiale, tra i quali tanti atleti Paralimpici di livello mondiale.

Malgrado alcune defezioni a causa di problemi di salute, conclude Remo Merlo e aver dovuto non accettare i tennisti della Georgia perché in sovrannumero, fa onore e piacere ospitare gli atleti dell’Argentina e della Bulgaria, Olanda e Svizzera e da tante altre nazioni Non resta che aspettarvi numerosissimi dal 15 al 18 Marzo presso i campi da tennis al coperto di Cuneo.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo – Dorotea Maria Guida