Menu di scelta rapida
Home Page / COMUNICATI / COMUNICATI 2017

COMUNICATI 2017

XII Meeting del Garda - Emozioni sullo sfondo del Lago

Emozionanti prestazioni degli atleti P.a.s.s.o

La gara nazionale di Handbike si è svolta nell’incantevole cornice del lago di Garda

Il 28 maggio si è svolta a Desenzano la dodicesima edizione del Meeting del Garda, gara di Handbike riservata a corridori disabili e valida per il Campionato italiano per società, riconosciuta dalla Federazione Italiana Ciclismo settore Paralimpico. Nella splendida cornice del Lago di Garga erano attesi più di 110 atleti da tutta Italia e dall'estero.

La gara, organizzata dall’A.S.D. Garda Pro Bike, si è svolta lungo un percorso di 6 chilometri da percorrere sette volte.

Tanti atleti della P.a.s.s.o Cuneo presenti all’evento agonistico, alcuni anche all’esordio stagionale, altri invece per verificare lo stato della preparazione atletica e la forma fisica. Una delle più belle prestazioni delle “Frecce Gialle” presenti sul Garda è stata quella del cuneese Maurizio Tallone nella categoria Mh4 che, raggiunto dopo la gara ha così commentato: “Sono molto soddisfatto del mio 5° posto ad un secondo dal quarto e a due secondi dal terzo; è stata una bella gara considerando anche il 9° posto assoluto in classifica

Sempre nella categoria Mh4 hanno gareggiato Massimo Giacoma di Centallo, il Presidente della Polisportiva P.a.s.s.o Marco Boffa di Cavallermaggiore al suo esordio stagionale che si è detto soddisfatto della posizione in classifica. E ancora Roberto Casetta di Bra che ha così commentato la sua gara: “sono contento di aver partecipato e di essere riuscito a terminare la gara in quell’incantevole percorso al quale ha fatto da cornice il lago di Garda, unitamente al fatto che il soggiorno e la sistemazione sono state oltre le aspettative. Ringrazio la P.a.s.s.o che ci permette di gareggiare che ci supporta in tutto.”

Nella categoria Mh3 hanno invece gareggiato Diego Ferrero di Cervere, Claudio Mirabile di Somma Riva del Bosco e Francesco Fieramosca che ha ripreso a pedalare dopo che nella stagione invernale si era distinto con la maglia della FISIP - Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida

Coppa del Mondo di Maniago

ESORDIO IN NAZIONALE PER DIEGO COLOMBARI

Tradito dall’emozione nella crono, si è riscattato nella gara in linea: ottavo sui 12 migliori al mondo.

La città di Maniago in provincia di Pordenone ha ospitato per la prima volta la Coppa del Mondo di Paraciclismo del 2017.

Maniago, famosa per la produzione di coltelli, si prende una rivincita che fa di essa una città ambita e all’insegna dello sport e sopratutto del ciclismo. Per l’occasione, la cittadina friulana è stata invasa da circa 450 fra atleti, accompagnatori e dirigenti che ne hanno colorato le strade ed emozionato gli animi.

Infatti, per il Paraciclismo a Maniago si sono ritrovati atleti in rappresentanza di quaranta nazioni diverse che, fra Handbike, Tandem e Tricicli si sono sfidati tra prova a cronometro e gara prevista su strada. 
Tra i fortissimi anche il pluri-medagliato olimpico Alex Zanardi. Prove decisive quelle di sabato e domenica 13 e 14 Maggio nelle quali si sono assegnati i punteggi per le qualificazioni ai mondiali, sotto la supervisione del Direttore di organizzazione sia della Coppa del Mondo 2017 che dei mondiali 2018: il sanvitese Mauro Defend.

La spedizione friulana della P.a.s.s.o Cuneo era composta dagli atleti Diego Colombari di Cuneo, la fossanese Valentina Rivoira, Ivan Sperone di Alba e dal Responsabile Generale Remo Merlo che ci ha fatto un’esauriente cronaca delle gare: “Diego Colombari ha esordito con la Maglia della Nazionale Italiana, purtroppo è subito stato tradito dall’emozione nella prova a cronometro.Ha dimostrato, invece, il meglio di se e sfoderato tutta la sua grinta nella gara in linea nella quale ha avuto un ottimo comportamento arrivando 8^ sui 12 partenti. Poi, per i nove giri del percorso, (della lunghezza di 7 km, da percorrere nove volte per totale di 63 km), è stato a contatto con tutti i migliori al mondo. Negli ultimi 700 metri finali, poi, è iniziata la volata ma Diego che aveva dato già tutto è arrivato a 10 secondi dai primi 4 e 5 secondi dagli altri. Ora lo attende l’altra prova della Coppa del Mondo a Ostenda in Belgio, domenica 21 Maggio.Un esordio ottimo nella Nazionale Paralimpica.”

Abbiamo sentito anche le impressioni di Valentina Rivoira che ha preso parte alle competizioni: “E’ stata una esperienza bellissima la mia seconda coppa del mondo, anche se il divario e il lavoro da fare è ancora molto ma spero di raggiungere una forma migliore nei prossimi mesi, per dare il meglio ai Campionati Italiani e nelle gare nazionali e del Giro HB. Ringrazio la P.a.s.so., Invacare Italia e soprattutto la mia famiglia e gli amici che si supportano sempre”.

Presente come spettatore alle gare friulane, il biker Ivan Sperone ha commentato: “L'esperienza di Maniago è stata bella, sono state gare emozionanti da guardare ed è stato bello tifare per la Nazionale e soprattutto per Diego. Bello anche conoscere gente da tutto il mondo.”

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo – Dorotea Maria Guida.

Coppa Europa di Handbike in Lombardia: Secondo posto per Sperone

Ivan Sperone secondo nelle gare Internazionali di Handbike.

Bene Diego Colombari e Valentina Rivoira nel doppio week end delle gare lombarde

Gli atleti della P.a.s.s.o Ivan Sperone, Diego Colombari e Valentina Rivoira sono stati protagonisti delle gare lombarde in provincia di Brescia. Gli eventi sportivi che hanno visto gareggiare le “Frecce Gialle” della Polisportiva Cuneese riguardavano la 5° edizione di Verolanuova Paracycling Cup svoltasi appunto nella cittadina bresciana il 22 e 23 aprile e la 3° Brixia Paracycling Cup a Carpenedolo sempre in provincia di Brescia il 29 e 30 aprile.

Le competizioni hanno avuto valenza internazionale, valide per la “Coppa Europa” di ciclismo Paralimpico che prevedevano sia la prova a cronometro che la gara in linea, hanno visto la partecipazione di atleti molto competitivi da tutta Europa. C’è stato un successo di pubblico e di partecipanti segnalatoci dal comitato organizzatore Avis Pedale Verolese Associazione Sportiva Dilettantistica di Verolanuova.

Le famigerate biciclette che si pedalano con le mani, le Handbike, ormai diventate sinonimo d forza e tenacia nell’immaginario collettivo raccolgono sempre più consensi e ammirazione ed anche gli atleti cuneesi ricevono sempre più spesso i favori del pubblico.

Ecco il commento dell’atleta di Vezza d’Alba, Ivan Sperone dopo che ha conquistato il secondo gradino del podio nelle gare della 3° Brixia Paracycling Cup: “Le gare sono andate bene, malgrado siano stati due giorni faticosi. Sono comunque contento dei risultati considerando che è stato il mio esordio stagionale”.

L’atleta di Fossano Valentina Rivoira ha così commentato il 4° posto a Brixia: “state due giornate di gare internazionali con atlete di altissimo livello ed io ho dato il massimo, quindi mi ritengo abbastanza soddisfatta. Il prossimo impegno sarà la gara in linea di Coppa del mondo a Magnago la seconda settimana di maggio nella quale ci sarà ancor più competizione con difficoltà maggiori. In ogni caso sarà sicuramente un’esperienza per crescere. Ringrazio Invacare Italia e tutti quelli che mi sostengono e mi seguono”.

L’Handbiker cuneese Diego Colombari infine commenta: “Si conclude il doppio weekend internazionale nel bresciano; la gara di Verolanuova su un circuito molto tecnico e una cronoscalata mi ha portato ad un doppio 4° posto mentre in quella di Carpenedolo il risultato ahimè è stato diverso. In crono sono arrivato 5° e in linea 4°. Ora mi attende un impegno molto sentito ovvero la coppa del mondo a Maniago, speriamo di riuscire a difendermi al meglio. Grazie a tutti i miei sponsor, famigliari e sostenitori”.

Ufficio stampa P.a.s.s.o Cuneo – Dorotea Maria Guida

Sci di Fondo trionfo per Fieramosca

Francesco Fieramosca primo trionfo nello sci di Fondo

L’atleta Paralimpico che per anni si è cimentato con l’Handbike, adesso è medaglia d’oro ai campionati francesi Open L’atleta dell’Handbike Francesco Fieramosca, siculo di nascita e ligure d’adozione è salito sul gradino più alto del podio a Les Saisies presso l’Hauteluce, sulle Alpi francesi, disputando la gara di Fondo prevista nell’ambito dei campionati francesi “Open”.

Fieramosca che vive ad Albenga, ha iniziato ad allenarsi per questa disciplina dello Sci a Entracque in provincia di Cuneo da appena nove mesi e già ha ottenuto questi sorprendenti risultati.

Abbiamo sentito Fieramosca subito dopo la bellissima vittoria che gli è valsa il podio e la Medaglia d’Oro a Les Saisies: “Questo bellissimo risultato è arrivato dopo vari raduni e duri allenamenti sulla neve! E’ una grande soddisfazione, ma mi è costata tanto, soprattutto il tempo che ho sottratto alla mia famiglia, a mia moglie e a mio figlio, ai quali dedico questa medaglia!”.

L’atleta tesserato con la P.a.s.s.o. si ripromette di continuare a regalarci ancora tante emozionati sfide.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. Cuneo Dorotea Maria Guida

1^ Tappa Giro Handbike Maglia Rosa e Podio

Colombari Maglia Rosa, Rivoira Podio, il Giro Handbike comincia alla grande!

Grande festa per la Prima tappa del Giro d’Italia Handbike a Magenta, gli atleti P.a.s.s.o. si fanno onore.

E’ iniziato Domenica 26 Marzo lo spettacolare “Tour” del Giro d’Italia Handbike che è andato in scena a Magenta (MI). Per l’ottava edizione del Giro, la città lombarda ha messo a disposizione un circuito cittadino lungo 4,6 km molto pianeggiante e veloce nel quale si sono sfidati gli oltre 80 ciclisti dell’Handbike.

Alla manifestazione più conosciuta del mondo del ciclismo Paralimpico, la P.a.s.s.o. ha schierato una delegazione di tre atleti. Il cuneese Diego Colombari già vincitore della Maglia Rosa nelle precedenti edizioni del Giro, la fossanese Valentina Rivoira e Maurizio Tallone.
Ai quali abbiamo chiesto di commentare questo incredibile inizio di Giro HB. “Per l’inizio della stagione 2017, quale altro risultato poteva arrivare?” Esordisce in questo modo Diego Colombari, riferendosi alla Maglia Rosa appena conquistata nella categoria MH5 dopo aver concluso i 9 giri del percorso previsto in 1 h e 09, dietro al vincitore Giovanni Achenza; ma precisando anche che: “Sicuramente gli obiettivi da raggiungere saranno elevati ma nulla vieta di sperare di togliersi qualche soddisfazione”.

Per il cuneese Tallone la Prima Tappa del Giro Handbike è stata una gara di allenamento e soprattutto di rodaggio per la nuova bici. Il 14° posto in MH4 è un risultato migliorabile per stare a ridosso dei primi.

La fossanese Rivoira, seconda nella categoria WH3 invece, ha così commentato: “Un inizio di stagione tutto sommato soddisfacente, malgrado alcuni piccoli acciacchi. Un secondo posto di buon auspicio per affrontare meglio i duri allenamenti. Ringrazio Ivacare Italia per la fiducia, la P.a.s.s.o., la mia famiglia e gli amici per il supporto costante”.

Questa nuova edizione del Giro HB ha visto competere non solo handbikers iscritti nelle categorie in base alle diverse disabilità ma anche la “categoria 0” quella per normodotati pensata appositamente per permettere a tutti di coltivare la passione per la bici a tre ruote. Allo Start gli atleti sono stati accolti dall’emozionante Fanfara Bersaglieri “Nino Garavaglia” e dal lancio dei palloncini grazie all’associazione “basket Magenta”.

L’appuntamento per la Seconda Tappa è per il 18 Giugno a Tirano in provincia di Sondrio.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o. CN - Dorotea Maria Guida

La P.a.s.s.o. protagonista sulla neve

Sci Alpino disabili: Baudino e Boffa interpreti nella categoria Sitting.

Con la fine di marzo è terminata la stagione sciistica per la P.A.S.S.O. Cuneo che anche quest’anno ha vissuto una stagione da protagonista offrendo ai suoi atleti l’opportunità di sciare e partecipare anche a manifestazioni agonistiche.

Nello sci alpino, categoria “Sitting”, Aldo Baudino e Marco Boffa si sono misurati nelle competizioni della FISIP (Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici) e nel circuito del C.S.I. (Centro Sportivo Italiano). Nell’ultimo fine settimana i due atleti della polisportiva cuneese si sono confrontati con i migliori interpreti dello sci nazionale Paralimpico partecipando ai Campionati Italiani della FISIP sulle nevi del Passo San Pellegrino in provincia di Trento.

Nello slalom speciale Baudino ha ottenuto un lusinghiero 5° posto assoluto che gli è valso anche la vittoria di tappa di Coppa Italia (che durante le gare del Campionato Italiano era riservata agli atleti che non hanno punteggio IPCAS (il comitato Paralimpico internazionale) mentre Boffa ha chiuso 9° assoluto. Il giorno successivo la prova di slalom gigante ha visto sempre Baudino buon 6° classificato assoluto che gli è valso il secondo gradino del podio nella tappa di Coppa Italia, mentre Boffa si è classificato 13° assoluto.

Nella classifica generale di Coppa Italia (il circuito prevedeva ben otto gare durante tutta la stagione) Baudino, prendendo parte a tre prove in calendario, ha chiuso al 5° posto. Sempre nello sci alpino, i due portacolori P.A.S.S.O. hanno preso parte al circuito di gare interregionali del C.S. I. (Centro Sportivo Italiano) culminato con i campionati nazionali di Falcade, dal 17 al 19 marzo in provincia di Belluno, che hanno visto l’affermazione del bovesano Aldo Baudino ed il buon piazzamento di Boffa atleta INAIL di Cavallermaggiore che si è invece laureato leader del circuito interregionale.

In margine alla stagione, il bovesano Baudino ha tracciato un bilancio della stagione appena conclusa: “A dispetto dell’età non proprio… verde e una pSono abbastanza soddisfatto dei risultati ottenuti. reparazione alle gare limitata, credo che la mia presenza e del mio compagno di squadra Boffa alle gare nazionali, al di là dei risultati, debbano essere finalizzate ad offrire un contributo a tutto il movimento in termini mediatici affinché possa servire per avvicinare i giovani a questo bellissimo sport. Naturalmente il nostro impegno da solo non sarebbe sufficiente e pertanto a nome della P.a.s.s.o., ci teniamo a ringraziare Bottero Ski Limone Piemonte nella persona del titolare Elio Bottero per il supporto tecnico, il Comitato Italiano Paralimpico di Torino per aver messo a disposizione un mezzo di trasporto, l’INAIL Cuneo ed i volontari Giorgio Manassero e Valentina Pellegrino, ed a titolo personale il mio medico dott. Alessandro Baessato, la signora Rosy ed i tanti amici, che sulle nevi di Limone Piemonte mi offrono costantemente il loro aiuto e desidero accomunarli in un unico grande ringraziamento”. Ufficio Stampa P.a.s.s.o. CN

L'Italiana Giulia Capocci si aggiudica il 18° Torneo Alpi del Mare nel singolo femminile

Si laurea campione del tabellone del singolo maschile il francese Frederic Cattaneo

L’edizione 18^ che consacra il carattere internazionale del Torneo di tennis in carrozzina di Cuneo “Alpi del Mare” è stata vinta per un vanto nazionalistico dall’italiana Giulia Capocci che ha sbaragliato la coreana Ju-Youn Park nel singolo femminile con il punteggio di 3-6/6-1/6-/4 in una incredibile sfida tra donne guerriere.

Il tennista d’oltralpe, il francese Frederic Cattaneo ha invece sbaragliato lo sfidante austriaco Nico Langmann. 

Sono state partite e set avvincenti quelle della 18^ edizione del wheelchair tennis tour che dal 2000, anno della prima edizione, fino al 2016 ha registrato la presenza di 505 uomini e 106 donne in rappresentanza di 31 nazioni alle quali, quest’anno, si sono aggiunte, la Corea e il Giappone.

Oggi, domenica 19 Marzo, con le premiazioni dei questi grandi campioni, si sono spenti i riflettori su un torneo internazione di tennis in carrozzina che è il vanto della Città di Cuneo; uno sforzo organizzativo profuso dall’Associazione Onlus P.a.s.s.o CN che ha dato i suoi frutti, unitamente al lavoro svolto da tutti gli altri avente merito quali: servizio navetta fornito dalla Autonomy Fiat Merlo Viaggi – C.I.P Piemonte, il Servizio di fisioterapia di Davide Petrone, il servizio volontari garantito dall’Ass. Nazionale Polizia di Stato, dai giovani della C.R.I Cuneo, il servizio medico fornito dal Dott. Biolè, il servizio carrozzine: ITOS Cuneo srl, il servizio tecnico attrezzature: il Podio Sport, servizio ass. tecnica veicoli: Autoriparazioni Ramonda.

Per le foto e i video Mario Giordano

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida

L'Asia batte l'Europa nella finale del Doppio Femminile

Fortissima anche la coppia francese che si aggiudica la finale del doppio maschile.Nelle categorie minori vincono gli italiani.

Primi fortissimi e di grande spessore i finalisti del 18° Torneo Internazionale di Tennis in carrozzina “Alpi del Mare”.
Ieri 18 marzo presso i campi coperti degli impianti sportivi del TennisPark, la coppia formata dalla coreana Ju-Youn Park e dalla giapponese Kanako Domori ha battuto in un duello senza pari la coppia franco-ucraina formata dalle tenniste in carrozzina Emmanuelle Morch ed Olena Shyngaryova.
Infatti le asiatiche si sono laureate vincitrici a Cuneo con un 6-0/6-2.

La finale del doppio maschile è stata caratterizzata dalla supremazia dei tennisti francesi in carrozzina David Dalmasso (25° del ranking mondiale) e Gaetan Menguy che hanno battuto la coppia franco-inglese Frederic Cattaneo e Dermot Bailley in un 6-3/6-1.

Oltre alle vittorie, sempre ieri sabato 18, il Palatennis del parco della Gioventù ha visto le premiazioni nel tabellone del singolo femminile di consolazione della campionessa Paralimpica italiana Marianna Lauro, veterana del torneo internazionale di tennis in carrozzina di Cuneo Alpi del Mare.
La Lauro ha battuto l’ucraina Shyngaryova.
L’altra premiazione della quale siamo stati spettatori sabato è stata quella del tennista in carrozzina, l’italiano Luca Arca, anch’esso già conosciuto presso al Torneo Alpi del mare da alcuni anni, che ha battuto nel tabellone maschile, second Draw, il tedesco Guido Nespethal con un 6-1/6-2.

Grande attesa per le finali del singolo femminile che si svolgerà domenica 19 marzo (con relativa premiazione da parte delle autorità, tra la fortissima italiana Giulia Capocci e la coreana Ju-Youn Park. L’altra sfida da suspense sarà nella finale del singolo maschile che incoronerà il vincitore del 18° Torneo internazionale Wheelchair tennis tour, tra L’austriaco Nico Langmann e il francese Frederic Cattaneo. Sfida conclusiva, sempre domenica 19 marzo per gli atleti in carrozzina del tabellone di consolazione maschile tra l’italiano Silviu Culea e il coreano Ho Won Im.

Il torneo di tennis in carrozzina 2017 può essere ribattezzato come il torneo dell’internazionalità per eccellenza per il quale è doveroso ringraziare tutto lo staff organizzativo della P.a.s.s.o Cuneo nelle persone di: Remo Merlo Coordinatore Generale, Alberto Bessone suo vice, Gianni Gerbaldo alla segreteria, il giudice arbitro il signor Sigismondo Favia, il suo assistente signor Federico Gonella, gli ufficiali di gara forniti dal C.R. FIT, il direttore del torneo Paolo Ponzio e tutti gli altri ancora che ringrazieremo per le finali.

Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida

WHEELCHAIR TENNIS 2017

Artesina, Coppa Italia - Baudino vince, Boffa terzo

L’Associazione P.A.S.S.O. CUNEO protagonista nello Sci Alpino paralimpico

Aldo Baudino vince la gara di Coppa Italia ad Artesina Terzo posto per l’atleta Inail Marco Boffa.

Domenica 12 Febbraio si è disputata ad Artesina sulla pista del Gaviot, uno slalom gigante valido quale terza prova di Coppa Italia di sci alpino della FISIP, la federazione italiana degli sport invernali paralimpici, organizzato dalla Associazione “Discesi Liberi” di Prato Nevoso, alla quale hanno partecipato anche due atleti dell’Associazione P.A.S.S.O. di Cuneo finiti entrambi sul podio nella categoria “sitting”.

Sotto una fitta e spettacolare nevicata il bovesano Aldo Baudino si è aggiudicato la gara precedendo il fiorentino Alessio Signorini della Freewhite Sestriere ed il compagno di squadra di Cavallermaggiore Marco Boffa.

I due portacolori dell’associazione cuneese, che ringraziano la Bottero Ski di Limone Piemonte per il supporto tecnico, partecipano anche alle gare regionali del campionato C.S.I. interprovinciale e regionale del Piemonte e Valle d’Aosta e dal 17 al 19 marzo saranno impegnati nelle finali campionato italiano sulle nevi di Falcade, in provincia di Belluno, mentre la settimana successiva, il 25 e 26 marzo, prenderanno parte al Campionato Italiano della FISIP a Passo Rolle, in provincia di Trento, che li vedrà al cancelletto di partenza alle gare di slalom speciale e slalom gigante.

Austria 2017, lo sci alpino con Marco Boffa

In Austria, per lo sci alpino, Marco Boffa gareggia nella categoria Slalom Sitting

Temperature polari che di notte raggiungevano anche i meno venti gradi centigradi hanno caratterizzato le gare di sci Alpino che si sono svolte in Austria, nel ponte dell'Epifania, presso Rinn.

L'evento sportivo organizzato dall'Austria Ski Federetion nei pressi di Innsbruck ha visto protagonista l'atleta di Cavallermaggiore e Presidente della Polisportiva P.a.s.s.o Cuneo, Marco Boffa.

L'atleta che si cimenta oltre all'Handbike anche nello sci Alpino, nella prima gara di venerdì 6 gennaio, si è classificato al 7° posto, in un percorso che ha visto primeggiare il fortissimo austriaco Markus Gfatterhofer in condizioni meteorologiche davvero proibitive con nebbia e venti sferzanti.

Questa gara austriaca, benché non convogliata con il podio ha permesso all'atleta che si batte per i colori della Polisportiva cuneese di accumulare punti per le successive gare Nazionali.

Marco Boffa ha anche affrontato la gara due del 7 gennaio, ma è stato sfortunato inforcando la prima porta che lo ha escluso automaticamente dalla gara. Restiamo in attesa dei prossimi risultati nell'ambito dello sci Alpino Paralimpico da parte degli atleti

P.a.s.s.o Ufficio Stampa P.a.s.s.o Cuneo Dorotea Maria Guida