Menu di scelta rapida
Home Page / WHEELCHAIR TENNIS / Archivio / Tennis 2012

Tennis 2012

2012 - 13mo TORNEO DI TENNIS IN CARROZZINA

 

 

 

 

Finale - 13mo Torneo Alpi del Mare

Tris di Martin Legner al Torneo «Alpi del Mare» di Cuneo

Nonostante l’epoca di crisi, continua il successo del Torneo Internazionale di tennis in carrozzina “Alpi del Mare” – Città di Cuneo, sia per la qualità dei partecipanti che per l’afflusso di pubblico.
E lo spettacolo offerto dalla finale del singolare maschile, tra l’austriaco Martin Legner – vincitore per la terza volta della manifestazione – e l’azzurro Fabian Mazzei – che quest’anno prenderà parte a Londra alla sua quarta Paralimpiade – ne è stata la miglior dimostrazione Il numero tredici porta bene a Martin Legner che aggiorna l’albo d’oro del Torneo Internazionale di tennis in carrozzina “Alpi del Mare” – Città di Cuneo – giunto appunto alla sua tredicesima edizione [se ne legga la presentazione nel nostro sito cliccando qui, N.d.R.] - aggiungendo un altro tassello, anzi due se si considera la vittoria nel doppio con Mazzei, che lo fanno salire a tre vittorie nel singolare e cinque nel doppio.

Il tennista austriaco è uno dei “big” più presenti alla manifestazione cuneese e a dispetto dei suoi 51 anni (con un fisico eccezionale), ha mantenuto i favori del pronostico, calando il “tris d’assi”. Nella finale del 25 marzo, ha battuto il bolognese Fabian Mazzei, che si è dovuto inchinare allo strapotere del tennista austriaco (6-3, 6-3 il risultato finale).

Quest’ultimo, al momento della premiazione, sollecitato dal direttore tecnico del torneo Ettore Bondi, ha dichiarato: «Sono felice per questa vittoria e mi piace sempre venire qui a Cuneo, dove ci sono amici, come Remo Merlo [il coordinatore tecnico dell'associazione organizzatrice P.A.S.S.O. (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli), N.d.R.] che organizzano in maniera perfetta questa manifestazione e che ringrazio, insieme a tutti i volontari».

Troppo forte, dunque, Legner, per l’azzurro Mazzei, alla sua seconda finale consecutiva che, pur contando su un ottimo servizio, non è riuscito a far breccia nel vero e proprio muro eretto dall’avversario, abilissimo a non concedere i punti dei break.

La partita è stata entusiasmante, con scambi spettacolari che hanno strappato applausi al folto pubblico cuneese. «Conosco da molti anni Legner – ha dichiarato Mazzei, che quest’anno prenderà parte a Londra alla sua quarta Paralimpiade - e sapevo che sarebbe stato difficilissimo. Lui difende benissimo, ho tentato di variare il gioco, ma nei momenti cruciali del match non c’è stato nulla da fare».

Nel tabellone femminile, poi, seconda affermazione anche per la sarda Marianna Lauro, che quest’anno ha avuto vita facile contro altre quattro connazionali, vincendo tutti gli incontri. Nella classifica a punti ha preceduto Stefania Galletti.

 E ancora, nel “second draw” ["seconda fascia", N.d.R.] del singolare maschile, vittoria di Ivan Lion sull’altro italiano Luca Paiardi, sconfitto in due set (6-4, 6-2), mentre nel torneo di consolazione (gli eliminati al primo turno) si è imposto l’unico francese presente a Cuneo, Laurent Giammartini, che ha ripreso a giocare dopo anni di inattività e che proprio da qui conta di riportare in alto il suo curriculum che alcuni anni fa lo aveva visto fra i primissimi giocatori al mondo.

Fra le rivelazioni del torneo, infine, il giovanissimo britannico Alfie Hewitt (15 anni), già numero 100 del ranking mondiale, che ha dimostrato di avere ottime qualità, e in particolare un “rovescio al fulmicotone”, lottando alla pari con giocatori esperti. Siamo certi che – se continuerà a prepararsi come ha fatto finora – saprà scalare la graduatoria e si sentirà ancora parlare di lui nel circuito dei tennisti con disabilità.

Alla premiazione hanno partecipato anche il sindaco di Cuneo Alberto Valmaggia e l’assessore comunale allo sport Valter Fantino. Erano presenti inoltre il presidente regionale della Federazione Italiana Tennis (FIT) Aldo Barbareschi, la presidente dell’INAIL di Cuneo Marilena Tosatti e il presidente del Panathlon Cuneo Sebastiano Dutto. Realizzato da P.A.S.S.O., con il contributo del Fondo Speciale per il Volontariato in Piemonte - Centro di Servizio Società Solidale della Provincia (nell’ambito del bando di Coprogettazione), il progetto di questo torneo continua a riscontrare un successo sorprendente, dovuto in primo luogo all’entusiasmo di tante persone che ogni anno si adoperano per vincere la sfida. «Siamo entrati nel sedicesimo anno di vita della nostra associazione – ha ricordato a tal proposito il presidente del sodalizio cuneese Mario Rosso - e abbiamo già organizzato ben tredici tornei. Si tratta di un risultato eccezionale, merito dei tanti volontari che ci aiutano ogni anno».

Parole che hanno preceduto la premiazione, accompagnate dalla consegna di un riconoscimento speciale a un parente del volontario Franco Lovera, che per molti anni – con la sua disponibilità e dedizione – è risultato un vero e proprio “pilastro” di questa manifestazione.

Soddisfatto anche l’assessore Fantino, che ha dichiarato: «In molti hanno parlato di torneo ridimensionato per la crisi economica. Io sostengo al contrario che si tratta di una grande vittoria per la P.A.S.S.O. Infatti, in un momento nel quale anche a Cuneo molte manifestazioni sportive non si sono potute disputare, il fatto di essere riusciti ad organizzare un torneo così importante, seppur con meno giocatori, ma sempre di ottimo livello, ha un significato speciale e per questo credo che sarà importante proseguire negli anni futuri su questa strada».

Parole che non possono che gratificare i dirigenti dell’associazione organizzatrice, e soprattutto le numerose persone con disabilità che, attraverso lo sport, trovano il modo per riscattare periodi difficili della loro vita.

Aldo Baudino

Terza Giornata 13 torneo Alpi del Mare


Legner - Mazzei "amici-nemici" al Torneo Alpi del Mare: primi verdetti

Il Torneo "Alpi del Mare" di Cuneo, che mette in vetrina gli atleti del grande tennis in carrozzina, prosegue a piè spinto con un intercalarsi di incontri tecnicamente avvincenti. Anche nella giornata odierna tanti gli spettatori con la partecipazione dei ragazzi delle scuole.

La manifestazione del circuito "Nec Wheelchair Tennis Tour 2012", porta la firma della "P.a.s.s.o." di Cuneo, la società organizzatrice che proprio quest'anno ha festeggiato i quindici anni di attività sportiva dei disabili. Una macchina organizzativa collaudata, riconosciuta dagli stessi atleti che in più occasioni sono tornati a Cuneo nei tredici anni del torneo.

Il merito va ascritto, oltre ai dirigenti dell'associazione cuneese, alla partecipazione spontanea di tanti amici e volontari che ogni anno mettono a disposizione tempo ed energie per questo torneo. Basti pensare alla costante presenza della Croce Rossa Italiana con i suoi giovani "pionieri" ed il prezioso servizio degli agenti in pensione dell'Associazione Nazionale Polizia di Stato che si occupano del trasporto degli atleti dai campi all'albergo e nei trasferimenti all'aeroporto.

Ma anche il servizio fisioterapico di Davide Petrone, quello medico del dott. Biolè e della meccanica delle attrezzature curato dalla ITOS di Cuneo e molti altri ancora che, insieme agli sponsors ed alla GIS di Cuneo che allestisce i campi determinano il gradimento del torneo. E con la seconda giornata di partite sono giunti i primi insindacabili verdetti. Nel tabellone del main draw maschile singolare, Martin Legner ha superato in tre set lo spagnolo Varela che ha avuto il merito di rendere difficile la vita al fuoriclasse austriaco.

Ad attenderlo domani in semifinale lo svizzero Daniel Pellegrina che ha avuto la meglio sul greco Giorgos Lazaridis. Gli altri semifinalisti saranno lo slovacco Chabrecek, che ha superato il marocchino Jeddi in due set, e l'azzurro Fabian Mazzei che non ha avuto problemi ad avere la meglio dell'austriaco Stieg. Nel tabellone del second draw si sono disputate le semifinali con Lion che ha avuto la meglio su Di Cosmo, mentre Paiardi ha battuto in tre set il greco Stamatis e domani si contenderanno il titolo finale. Nel tabellone femminile, nel quale quest'anno sono presenti solo cinque atlete, tutte italiane, tutto facile per Marianna Lauro.

L'azzurra (che sta conquistando punti per partecipare alle paralimpiadi londinesi) dopo la Galletti si è imposta con facilità anche a Monica Quassinti (6/0 6/1) ed a Sabrina Fidaleo (6/0 6/0). La Galletti invece ha battuto Silvia Morotti 7/5 6/3, ancora a secco di punti avendo perso anche con Monica Quassinti (6/3, 3/6 3/6). In campo anche il doppio con il prevedibile dominio della coppia Legner/Mazzei che ha battuto la coppia franco marocchina Giammartini-Jeddi e poi in semifinale gli inglesi Hewitt-Holt in tre combattuti ed avvincenti set.

Ad attenderli nella finale di domani l'altro italiano Paolo Cia in coppia con il tedesco Guido Nespethal che dopo aver sconfitto Stieg e Vazouras hanno avuto la meglio su Chabrecek e Varela che, a loro volta, avevano sconfitto i greci Lazaridis e Stamatis. E oggi si replica con gli atleti e le atlete in campo a partire dalle ore 9,00 per determinare le finali in programma domenica. 

Aldo Baudino . Ufficio Stampa 

Seconda giornata al 13 Torneo Alpi del Mare


13° Torneo Internazionale Alpi del Mare: sarà Legner - Mazzei la finale

L'atto conclusivo andrà in scena domani alla Pro Gis Cuneo fra i due tennisti che oggi si sono imposti nel doppio. Intanto Marianna Laura si è aggiudicata il trofeo femminile Pronostici rispettati al Torneo internazionale di Tennis in carrozzina Trofeo Alpi del Mare.

Domattina, alle ore 9,45 nell'impianto della Pro Gis Cuneo saranno l'austriaco Martin Legner e l'italiano Fabian Mazzei a contendersi il trofeo. L'austriaco, attuale numero 17 del ranking mondiale, "personaggio storico" di questo torneo presente a Cuneo fin dalla prima edizione e vincitore di ben due edizioni nel singolare e quattro vittorie nel doppio e protagonista, non ha avuto difficoltà a sbarazzarsi in semifinale dello svizzero Pellegrina, battuto in due set per 6/0 6/4. Sono stati sufficienti sempre due set al bolognese Fabian Mazzei, che conquista la sua seconda finale consecuta a Cuneo, per avere la meglio dello slovacco David Chabrececk.

Ma la giornata odierna ha proposto altri importanti verdetti. Nei, tabellone femminile vittoria per Marianna Laura in un torneo un po' ridimensionato dalla crisi economica mondiale con la partecipazione di solo cinque giocatrici (tutte italiane), che hanno dato vita ad un "girone all'italiana", con classifica a punti. La giocatrice sarda, già vincitrice dell'edizione 2010, si è aggiudicata tutti e quattro gli incontri senza lasciare neppure un set alle avversarie. Seconda classificata Stefania Galletti.

Nel tabellone maschile del "Second Draw" si è imposto Ivan Lion nella finale tutta italiana con Luca Pajardi. Lion dopo aver battuto in semifinale Alfredo Di Cosmo si è imposto a Pajardi (vittorioso in semifinale sul greco Stamanis) per 6/4 6/2 in una partita dai buoni contenuti tecnici. La giornata si è conclusa con finale del doppio maschile.

Anche in questo caso nessuna sospresa: la coppia Legner-Mazzei, in attesa di trovarsi di fronte nella finale del singolare, non ha avuto difficoltà a battere la coppia composta dal tedesco Nespethal e l'italiano Cia in due set in poco più di un'ora di gioco (6/1 6/3). Nel torneo di "consolazione" la finale ha visto la netta affermazione del francese Laurent Giammartini sul greco Giorgos Lazaridis (6/1 6/0).

Aldo Baudino - Ufficio Stampa

Prima Giornata 13mo Torneo Alpi del Mare

 

Iniziato fra spettacolo e qualche sorpresa il 13° torneo "Alpi del Mare - Città di Cuneo"

E' iniziata ieri la tredicesima edizione del Torneo di Tennis internazionale "Alpi del Mare" Città di Cuneo, e si concluderà domenica 25 marzo nella splendida cornice dei campi comunali della Pro Gis Cuneo.

La manifestazione, organizzata dall'Associazione P.a.s.s.o. di Cuneo, per un progetto realizzato con il contributo del Fondo speciale per il Volontariato in Piemonte – Centro di Servizio Società Solidale della Provincia di Cuneo, nell’ambito del bando di Coprogettazione, è entrata nel novero dei maggiori tornei di tennis per disabili, che ogni anno richiama a Cuneo atleti di primissimo livello.

I curriculum sportivi di atleti ed atlete si intrecciano con le tante storie personali di ognuno dei protagonisti che, nonostante la loro disabilità hanno trovato la forza ed il coraggio per combattere e dimostrare a sé stessi ed agli altri che la vita non si ferma davanti ad una carrozzina e può essere ricca di soddisfazioni ugualmente. Ed un modo per raggiungere questo obiettivo è lo sport che non ha nulla da invidiare alle prestazioni dei cosiddetti "normodotati".

A Cuneo il grande tennis in carrozzina ha sempre regalato emozioni e spettacolo ed anche in questa tredicesima edizione fin dalla prima giornata le emozioni non sono mancate. A partire dall'incontro del singolare del "main draw" il tabellone con gli atleti migliori, che ha messo di fronte il bolognese Fabian Mazzei, il numero uno italiano, davanti al francese Laurent Gianmartina, al suo ritorno all'agonismo dopo essere stato per anni ai vertici del tennis paralimpico (medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Seul nel 1988). Una partita avvincente vinta dall'italiano per 7/5 7/5. Soddisfatto a fine gare Mazzei ha commentato:

"E' stata una vittoria emozionante, una grande soddisfazione perché avevo davanti un grande campione del tennis". Fra i protagonisti più attesi l'austriaco Martin Legner, gran favorito alla vittoria finale, ha mantenuto il favore del pronostico battendo senza problemi l'italiano Luca Spano.

Uno degli incontri più avvincenti della prima giornata è risultato anche quello fra il quindicenne britannico Edward Holt (che ha destato una grande impressione) ed il marocchino Ahmed Jeddi. Dopo un primo set vinto dal giovane per 6-1, ha prevalso l'esperienza di Jeddi che ha dovuto lottare fino all'ultimo punto, vincendo i due set successi 7/5 7/5. Nel tabellone femminile pronostico rispettato anche per la campionessa italiana Marianna Lauro che si è imposta su Stefania Galletti, in due set (6/2, 6/0)-

Aldo Baudino -Ufficio Stampa

La passione ha fatto 13!

Conferenza Stampa

COMUNICATO STAMPA N.3 10 Marzo 2012

Presentata la tredicesima edizione del Torneo Internazionale di tennis in carrozzina “Alpi del Mare”

LA PASSIONE HA FATTO… 13!!!

Giovedì 8 marzo all’Hotel Lovera Palace di Cuneo è stata presentata la tredicesima edizione del Torneo Internazionale di Tennis in carrozzina, che si terrà a Cuneo da giovedì 22 a domenica 25 marzo, manifestazione organizzata dall’Associazione P.a.s.s.o. (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli) di Cuneo.

Una tradizione consolidata che è entrata a far parte degli appuntamenti improcrastinabili per Cuneo, grazie alla passione dei tanti volontari della P.a.s.s.o. di Cuneo, guidati dal vulcanico Remo Merlo che quest’anno si avvarrà della collaborazione di Alberto Bessone che sostituirà nel ruolo di coordinatore Angelo Pollio che, dopo anni di prezioso lavoro, per motivi familiari ha “passato la mano”.

Da tempo la “macchina organizzativa dell’associazione cuneese si è messa in moto, catalizzando l’interesse di sponsor, enti ed istituzioni che ogni anno garantiscono il loro prezioso supporto e quest’anno vedrà anche la presenza dell’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili. Inoltre, è da sottolineare che il progetto: 13mo Torneo Internazionale di tennis in carrozzina “Alpi del Mare” – Trofeo Città di Cuneo - è realizzato con il contributo del Fondo speciale per il Volontariato in Piemonte – Centro di Servizio Società Solidale della Provincia di Cuneo, nell’ambito del bando di Coprogettazione.

La parola d’ordine è… “passione”, sottolineata da tutti i presenti durante la serata, che ha caratterizzato tutti questi anni di successo di questa manifestazione che fa parte del NEC Wheelchair Tennis Tour 2012, il circuito internazionale del grande sport dei disabili. Quella “passione” che hanno messo per anni in campo due amici del torneo, come il volontario Pier Franco Lovera e Corrado Cornara, dirigente del tennis provinciale cuneese, ricordati nell’introduzione alla conferenza da Remo Merlo.

Alla presentazione erano presenti, oltre a Mario Rosso Presidente del sodalizio cuneese e Remo Merlo, coordinatore tecnico, numerose autorità cittadine: per il Comune di Cuneo gli assessori Valter Fantino (Assessore allo sport) e Elio Ambrosino (Assessore ai Servizi Sociali), ed in rappresentanza della Provincia l’assessore allo Sport Giuseppe Lauria. Nonostante le gravi difficoltà economiche europee, che si ripercuotono anche nel mondo dello sport, anche quest’anno Cuneo non mancherà il suo appuntamento internazionale con il grande tennis dei disabili. Ventiquattro i protagonisti del tabellone maschile suddivisi in “main draw” e “second draw”, per un torneo che si preannuncia avvincente, sia nel singolare che nel doppio. Saranno invece solamente cinque le donne in gara, tutte italiane, con la favorita d’obbligo, l’azzurra Marianna Lauro, che si disputeranno il titolo del singolare.

“La crisi economica internazionale sta pesando molto – ha ricordato Remo Merlo - La mancanza di sponsors degli atleti, nell’anno in cui si disputeranno le paralimpiadi londinesi, ha costretto le federazioni delle nazionali a rivedere i propri budget e molti atleti, solitamente presenti a Cuneo hanno dovuto rinunciare alla trasferta nella Granda. Non saranno del torneo i russi, solitamente numerosi, gli spagnoli e i francesi.

Ma in questo caso si tratta di una assenza dovuta alla concomitanza con gli Open transalpini, ma il livello ed il fascino di questo torneo, resta intatto, basti pensare che ci ha contattato anche una tennista giapponese che avrebbe voluto venire a conoscere il nostro torneo e ci ha promesso che sarà con noi il prossimo anno”. Graditissimo il ritorno, dell’austriaco Martin Legner, numero uno del tabellone cuneese (17° nel ranking mondiale), che aveva partecipato già alla prima edizione del 2000 essendo vincitore di ben due edizioni nel singolare oltre a quattro vittorie nel doppio, al quale vanno ovviamente i favori del pronostico. Fra gli italiani spicca la presenza del bolognese Fabian Mazzei, secondo lo scorso anno.

C’è curiosità per il francese (unico transalpino presente al torneo) Laurent Giammartini, che ha ripreso l’attività dopo essersi ritirato anni fa, quando fu anche il numero due al mondo. Anche quest’anno all’organizzazione del torneo collaborano la GIS di Cuneo e la PRO GIS, presenti alla presentazione con il Presidente Lotti e Gonella. Incoraggiamenti, auguri e ringraziamenti per la P.a.s.s.o. sono giunte dalle autorità.

L’assessore del Comune Valter Fantino si è detto “Cuneo è onorata grazie al vostro lavoro”, mentre Giuseppe Lauria ha sottolineato che “tredici anni rappresentano la capacità di un territorio come quello cuneese, attraverso la “famiglia Passo” di credere nell’integrazione per atleti che hanno già vinto dando a tutti una lezione di vita”.

Il Presidente della Passo Mario Rosso si è soffermato sulla storia del sodalizio, rivolgendosi a Merlo ed ai suoi collaboratori: “Sedici anni fa in provincia non si parlava di sport dei disabili e dopo pochi anni il Torneo ha assunto un carattere internazionale. Un risultato eccezionale soprattutto in virtù del fato che chi la lavorato lo ha fatto in modo disinteressato e merita una medaglia”. In chiusura, il Presidente della Pro Gis Enzo Lotti, nel sottolineare la valenza di questa kermesse ha approfittato dell’occasione per invitare agli amministratori cuneesi a considerare la possibilità di effettuare un restyling per l’impianto cuneese.

Aldo Baudino Ufficio Stampa P.a.s.s.o

Campi di gioco

Torna a Cuneo l'appuntamento con il Torneo Internazionale di tennis in carrozzina. Sui campi comunali gestiti dalla G.I.S. in riva al torrente Gesso, per quattro giorni dal 22 al 25 marzo 2011, atleti costretti a confrontarsi quotidianamente con l'handicap ed a portare avanti una personale battaglia per affermare la propria autonomia, gareggeranno per ottenere il migliore risultato possibile.
Il 12° Torneo Internazionale rappresenta un avvenimento sportivo di eccellenza e gli atleti che parteciperanno, donne e uomini,saranno la dimostrazione che lo sport e la solidarietà non hanno confini.
I campi coperti sono ubicati in Via Porta Mondovì 7 - tel 0171 602132.

Complesso Pala GIS
I campi coperti