Menu di scelta rapida
Home Page / WHEELCHAIR TENNIS / Archivio / Tennis 2008

Tennis 2008

2008 - 9° Torneo Internazionale "Alpi del Mare"

Locandina dell'evento

Fervono i preparativi per l'inizio del 9° Torneo Internazionale Città di Cuneo di Tennis su sedia a rotelle "Trofeo Alpi del Mare", manifestazione del NEC Wheelchair Tennis Tour, autorizzata dall’ITF (Federazione Internazionale Tennis) che prenderà via giovedì 13 marzo nei campi del Palatennis di Cuneo.

A tre giorni dal debutto si inizia a respirare aria di grandi sfide. Mercoledì sera, nella sala conferenze dell'Hotel Lovera Palace di Cuneo, dove alloggiano gli atleti e le atlete, si terrà il sorteggio per la compilazione del calendario gare. Dei 30 atleti uomini e delle 16 donne sono quest'ultime le prime ad essere giunte a Cuneo già all'inizio della settimana per preparare con la dovuta meticolosità la manifestazione.

L'israeliana Ilanit Fridman è giunta caricata a mille dalla vittoria ottenuta in Svizzera al Torneo di Bien dove ha battuto in finale la tedesca Katharina Kruger che avrà modo di rifarsi fra qualche giorno per quella che si preannuncia come una rivincita che potrebbe decidere il torneo femminile.

Fra le possibili protagoniste anche l'Italiana Marianna Lauro e la mancina francese Arlette Racineux che sono qualcosa più di valide outsider. Inoltre l'italiana è fra le candidate alla vittoria nel doppio insieme alla connazionale Silvia De Maria. Intanto a Cuneo è giunta anche l'atleta statunitense Karin Korb.

La simpatica americana di Atlanta è sicuramente uno dei personaggi più estroversi fra le sedici atlete che si contenderanno il trofeo. Oltre a giocare a tennis corre gare di Handbike e per passione suona l'armonica a bocca.

2008 - Concluso il 9° Torneo 'Alpi del Mare' Premiazione

Si è concluso con le vittorie dello svedese Wikstrom e dell'israeliana Fridman la nona edizione del Torneo Internazionale di tennis in carrozzina Trofeo Alpi del Mare - Città di Cuneo, manifestazione del NEC Wheelchair Tennis Tour, autorizzato dall'ITF.

Una tre giorni di tennis in carrozzina entusiasmante al Palatennis della G.I.S. di Cuneo per la manfiestazione organizzata dalla P.A.S.S.O. di Cuneo che ha regalato incontri di grande tennis che ha visto 30 atleti e 14 atlete in rappresentanza di 15 nazioni dare spettacolo.

A confermare l'importanza del torneo anche le presenze di allenatori ed allenatrici di alcune nazionali per seguire tennisti e tenniste al torneo cuneese inserito nel circuito ITF Weelchair (la federazione internazionale). Infatti il torneo cuneese è risultato un banco di prova per gli agleti a caccia di punti per la qualificazione per le Paralimpiadi. Per i colori nazionali la nota lieta giunta dalla combattività dell'italiana Marianna Lauro che pur dovendo arrendersi in finale alla bravissima atleta israeliana Ilanit Fridman (la numero 15 nel ranking mondiale) con il secondo posto ottiene punti importanti in chiave Paralimpiadi che a questo punto sono qualcosa più che probabili per la brava tennista sarda.

Durante la finale, l'italiana è riuscita ad imporsi nel primo set per 6 a 3 ed è partita bene anche nel secondo ma la potenza e la bravura dell'avversaria (alla sua prima partecipazione al torneo cuneese) hanno avuto il sopravvento. Il secondo parziale si è concluso 6 a 3 a favore della Fridman che si è ripetuta nel terzo e decisivo set per 6-4. La finale maschile ha visto di fronte i protagonisti della scorsa edizione, il detentore del trofeo l'Olandese Mikael Scheffers e lo svedese Peter Wikstrom.

A sorridere questa volta è stato lo svedese che si è preso una bella rivincita approfittando anche di qualche problema fisico di troppo del suo avversario. Sono stati sufficienti soltanto due set a Wikstrom per avere la meglio di un Scheffers apparso un po' nervoso. Dopo il primo set chiuso sul 6 a 3 nel secondo l'olandese ha cercato di riaprire la partita ma sul 5 a 5 non ha saputo reggere alla forza d'urto dell'avversario che ha messo a segno una serie di colpi imprendibili e spettacolari chiudendo sul 7 a 5 una partita altamente spettacolare per l'alto livello di gioco espresso. E lo svedese Wikstrom ha fatto man bassa di premi vincendo anche il doppio in coppia con il connazionale Olsson.

In finale hanno avuto la meglio in due set (6-3 6-4) sul transalpino Peifer ed il belga Vos. Nel doppio femminile la forte tedesca Katharina Kruger si è consolata dell'eliminazione subita ad opera dell'italiana Lauro in semifinale, imponendosi in coppia con la statunitense Karin Korb sulla coppia franco-spagnola Arlette Racineux-Lola Ochoa. Una bella partita iniziata bene per l'esperta francese (vincitrice sia del doppio che nel singolo lo scorso anno) in coppia con la spagnola che si sono imposte per 6 a 2.

Ma il tennis potente e preciso della Kruger e della esuberante Korb è uscito alla distanza con due perentori 6-3 6-4 che non hanno lasciato scampo alle avversarie. Nella finale maschile del Second Draw (vale a dire il torneo di seconda fascia, dei giocatori classificati dopo i primi 16 del ranking) vittoria per lo spagnolo Illobre sul connazionale Mira Camara (3/6 - 7/5 - 6/3) mentre nel doppio si sono imposti il francese Fasanelli e lo svizzero Pellegrina sul marocchino Jeddi e lo spagnolo Puras Gomez (6-3, 6-1).

La manifestazione è proseguita con una dimostrazione degli atleti della P.a.s.s.o. che settimanalmente si ritrovano al palatennis cuneese per giocare e partecipare al corso tenuto dagli istruttori Mellano e Bondi della G.I.S. che ha preceduto la premiazione. Numeroso ed autorevole il parterre d'onore con presenze di autorità cittadine e regionali. Il vicesindaco Boselli ha portato il saluto del sindaco Valmaggia, mentre il consigliere Regionale Rostagno ha sottolineato l'importanza di questo torneo per la città.

Fra le altre autorità che hanno premiato gli atleti, l'assessore allo sport avvocato Serpico, il Presidente della G.I.S. Lotti, il Presidente Regionale della Federazione Tennis De Michelis, il prof.Giraudo per la Fondazione CRC e l'avvocato Rosso presidente della P.a.s.s.o. E con le foto di rito ai premiati si è conclusa una nona edizione di grande intensità e di notevole livello tecnico ed è già tempo di bilanci.

Una manifestazione riuscita perfettamente grazie al grande lavoro della P.a.s.s.o. coordinata dal vulcanico Remo Merlo e dei suoi collaboratori e grazie all'impegno di tanti volontari. Dalla Croce Rossa con il gruppo Pionieri che ha assistito per tutto il torneo gli atleti, all'Esercito ed all'Associazione Nazionale della Polizia di Stato (che si sono adoperati per il trasporto degli atleti e delle atlete per i trasferimenti in albergo e per i viaggi agli aeroporti), alla Guardia di Finanza (per la logistica), alla Federazione Provinciale per il contributo tecnico e naturalmente alla PRO G.I.S. ed ai suoi giovani ragazzi raccattapalle e segnapunti.

Apprezzata, come ogni anno, la mostra fotografica del fotografo ufficiale della P.a.s.s.o., Mario Giordano che ripercorre i momenti significativi del sodalizio cuneese. E concludiamo con le parole del coordinatore Remo Merlo: "Anche quest'anno gli atleti ci hanno manifestato la loro soddisfazione per il torneo. Sono contento perché insieme a Mazzei (il tennista emiliano che farà parte della Nazionale), a Cuneo la Lauro, oltre ad arrivare in finale, ha posto le basi per entrare a far parte della squadra che difenderà il tricolore all'appuntamento olimpico".